http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Giugno 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - L’estate è arrivata e con essa la riapertura di un’area “specifica” del Parco regionale Sirente Velino, “Mandra Murata”.

Finalmente dopo molti anni il Parco Sirente Velino è orgoglioso di comunicare la riapertura regolamentata della zona di Mandra Murata per troppo tempo rimasta chiusa ai numerosi turisti e residente della zona.

“E’ con orgoglio che comunico che il 16 luglio ci sarà la riapertura di questa zona” afferma il commissario dell’ente Igino Chiuchiarelli “ci sono voluti molti anni, è vero, ma i progetti Life sono spalmati per periodi lunghi, e finalmente siamo soddisfatti del risultato raggiunto”. “Inoltre” aggiunge il commissario “ora la zona di tutela del camoscio appenninico ospita una numerosa colonia di esemplari, ci sono state anche delle nascite e siamo orgogliosi del lavoro svolto”.

A tal proposito, al fine di garantire il minimo disturbo, vige ancora il divieto di accesso nel periodo delle nascite (15 maggio-15 luglio) sia nei giorni feriali che nei giorni festivi.

Il commissario conclude dicendo: “un plauso va all’attività svolta da tutto il personale del Parco (di concerto con gli altri Enti coinvolti nel progetto) che con tenacia ha superato i numerosi ostacoli che si sono presentati lungo il percorso, ma che alla fine è stato ripagato con i raggiungimento dei risultati sperati”.

Ora si passa alla fase due del progetto: l’accesso regolamentato.

A tal proposito il Parco sta ultimando la formazione di personale “qualificato” al fine di costituire uno speciale Albo, “Le Guide Coornata del Parco Regionale Sirente Velino”, guide riconosciute e iscritte in un elenco del Parco aggiornato annualmente e che, a partire dal 16 luglio prossimo, potranno accompagnare i numerosi turisti desiderosi di effettuare le escursioni in quest’area di tutela del camoscio appenninico.

I turisti verranno “scortati” da persone esperte che illustreranno le ragioni della chiusura dell’area, l’importanza di partecipare ad un progetto Life, le bellezze naturalistiche presenti nella zona e con un po’ di fortuna faranno incontrare i numerosi abitanti dell’area che fanno da cornice ad un ambiente spettacolare e tutelato.

A breve verranno presentate le Guide Coornata del Parco e le date delle uscite.

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 28 Giugno 2018 17:08

Giuseppe Petrocchi è cardinale

L'AQUILA - Oggi, 28 giugno 2018, è il giorno che rappresenta la tappa, probabilmente, più importante e significativa della sua vita sacerdotale. Il vescovo di L'Aquila, Giuseppe Petrocchi, è stato nominato cardinale da Papa Francesco alle 16:44. Il primo cardinale che vive a L'Aquila dopo cinque lunghi secoli. 

Diciamoci la verità, il papa ha sorpreso, con l’annuncio della designazione di Petrocchi al Collegio Cardinalizio, un'intera comunità. 

E circa un migliaio di persone hanno voluto essere vicini a monsignor Petrocchi nell'Aula Nervi, Aula Paolo VI, in Vaticano e molte decine sono rimaste fuori perchè i posti erano limitati.

L'elevazione a cardinale non è un premio come molti credono. Papa Francesco ha scelto Petrocchi come persona capace di affrontare le difficoltà che questo territorio ha dovuto subire. Ci vuole tempo per affrontare le cose, tempo da dedicare ai dubbi, alle paure, ai "e adesso come faccio?" Non è facile proporre cristianità a quelle persone con un alto grado di cinismo e fatalità e che non sono quindi disponibili ad un livello di fatica sopra la norma. L’efficacia dell’insegnamento della parola di Dio si misura con la capacità, o almeno la volontà, di far attraversare la tempesta a tutti e tutte, di coinvolgere, lasciare un segno che sia permanente. Il vescovo non deve essere un muro da superare solo da chi ne ha la forza, ma un tramite che faciliti il passaggio di tutti, ognuno secondo proprio atteggiamento. Non è la banalità che tutti debbano essere fedeli, è la necessità che nessuno sia lasciato da solo in una città tanto difficile. Il prezzo altrimenti è altissimo, la rassegnazione sociale. Petrocchi è stato capace a far da collante per una comunità che avrebbe, altrimenti, avuto un'alta propensione alla disgregazione.

Petrocchi resterà a Roma anche domani, venerdì 29, per partecipare alla messa di Papa Francesco. Poi la festa, domenica prossima, a Collemaggio dove il neocardinale riceverà alle 17,45 gli onori militari sul sagrato della Basilica di Collemaggio, accompagnato dal sindaco Pierluigi Biondi. 

Seguirà poi la Santa Messa alle 18:00. Il momento più significativo sarà in cui l’arcivescovo emerito Giuseppe Molinari leggerà a nome di tutti i parroci dell’Aquila l’augurio rivolto a tutti i nuovi cardinali e davanti a 10 vescovi abruzzesi. A fine messa, il neocardinale darà la benedizione papale con annessa indulgenza plenaria.

Con l’elevazione a cardinale, don Giuseppe Petrocchi entrerà a far parte del corpo diplomatico dello Stato del Vaticano.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - “Sul tema della restituzione delle tasse per il terremoto dell’Aquila il comportamento del governo è stato al di sotto di quanto ci si sarebbe atteso, vista peraltro la volontà trasversale del Senato di utilizzare il decreto in discussione per riparare una ingiustizia grave e devastante”. Lo dichiara il senatore Gaetano Quagliariello, leader di ‘Idea’ iscritto al gruppo parlamentare di Forza Italia.

“Il problema, che evidentemente il governo deve risolvere al proprio interno - prosegue Quagliariello -, deriva da un errore concettuale. L’esecutivo ha infatti collegato il tema della soglia del de minimis, che è questione di interpretazione normativa e temporale, alla contestazione degli aiuti di Stato da parte della Ue, contestazione assurda ma che rispetto al de minimis  non è mai stata sollevata, come dimostra peraltro la lettera inviata dal commissario europeo alla concorrenza al sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi. Se crediamo nella sovranità, è evidente che l’interpretazione della nostre norme spetta alle istituzioni italiane, ed è questo che il governo avrebbe dovuto fare chiarendo che per gli sconti fiscali agli aquilani si applica la franchigia vigente nel 2011, ovvero 500mila euro. Quanto accaduto in Senato non fa ben sperare. La battaglia comunque continuerà alla Camera: il nostro problema non è speculare politicamente su questa deludente vicenda ma raggiungere l’obiettivo nell’interesse dell’Aquila e degli aquilani. Per questo abbiamo votato a favore dell’ordine del giorno del senatore Arrigoni, e siamo pronti a cogliere qualsiasi apertura o resipiscenza che dovesse venire anche dal governo e dalla maggioranza.

Questo decreto è la strada maestra per affrontare il problema - conclude Quagliariello -, lotteremo fino alla fine perché venga percorsa”.

Pubblicato in Politica

ROMA - Salvataggio portato a termine dalla Guardia Costiera nella giornata di ieri nelle acque di responsabilità Sar italiane. A causa del mare in burrasca 3 velisti di nazionalità francese sono finiti in balia di onde alte 4 metri, a circa 150 miglia dalla costa calabra. A bordo di “Abahanna”, una barca a vela di circa 12 metri, di bandiera francese, i tre dell’equipaggio - di età compresa tra i 70 e 91 anni - a seguito dell’affondamento della barca, sono riusciti inizialmente a mettersi in salvo a bordo della zattera galleggiante ove hanno atteso i soccorsi.

La richiesta di soccorso è stata ricevuta dal centro di coordinamento marittimo francese attraverso il segnale di emergenza che viene inviato direttamente dal bordo tramite appositi trasmettitori satellitari e trasmesso al quinto Mrsc (Maritime Rescue Coordinator Center) di Reggio Calabria dalla centrale operativa del Comando Generale della Guardia Costiera, in quanto l’unità a vela si trovava all’interno dell’area di responsabilità Sar (Search and Rescue) italiana.

E’ stato un soccorso particolarmente complesso, per la considerevole distanza dalla costa e per le condizioni proibitive del mare.

Condizioni queste che hanno richiesto sin da subito l’utilizzo dell’aeromobile della Guardia Costiera P-180 per un sorvolo sull’area di ricerca al fine di individuare i tre naufraghi.

Sul posto, la sala operativa della Guardia Costiera di Reggio Calabria, coordinatrice dei soccorsi, ha fatto convergere anche un mercantile della società Grimaldi Lines, la nave cargo “Spes” battente bandiera italiana, presente in zona ed individuato tramite i sistemi di monitoraggio del traffico marittimo a disposizione della Guardia Costiera.

Il mercantile, presi i contatti con i malcapitati tramite il sistema radio vhf di bordo, procedeva al recupero degli stessi. Incolumi, i componenti dell’equipaggio, venivano dunque tratti in salvo sul mercantile “Spes” ove, il personale di bordo, accertava  le buone condizioni di salute e prestava loro assistenza.

Da una prima ricostruzione dei fatti sembrerebbe che l’affondamento della barca a vela sia stato provocato dalla furia delle onde che, in breve tempo, lo rendeva ingovernabile a causa delle grosse quantità d’acqua imbarcate, costringendo l’equipaggio (due uomini e una donna) ad abbandonarlo.

Terminate le operazioni di soccorso la nave riprendeva la rotta per il proprio porto di destinazione, Salerno dove arriverà in data odierna nel tardo pomeriggio.

Il comandante generale della Guardia Costiera, l’Ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino ha dichiarato: “un’organizzazione di ricerca e soccorso italiana al servizio della collettività che, attraverso l’elevata professionalità degli uomini e donne del Corpo e l’alta tecnologia impiegata, ha consentito di trarre in salvo, sottraendole al mare, tre vite umane in pericolo di perdersi. Un ringraziamento al comandante del mercantile 'Spes' e al suo equipaggio per il prezioso contributo prestato sotto il coordinamento della Guardia Costiera italiana”.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - “Oggi la maggioranza di Lega e 5Stelle al Senato ha bocciato l’emendamento salva-L'Aquila presentato dal Pd, ma anche quelli di altri gruppi come Forza Italia, che innalzando la soglia del de minimis avrebbe permesso di ridurre di molto le imprese coinvolte e gli importi ingiustamente richiesti nell’ambito della procedura di restituzione degli aiuti fiscali. Il governo e la maggioranza del cambiamento e della lotta all'Europa, nonostante i proclami della campagna elettorale, al primo vero banco di prova mostrano di non considerare minimamente le istanze dell’Aquila e degli aquilani e non osano contraddire l’Unione europea che richiede indietro le risorse”, lo dichiara il segretario del Partito democratico aquilano e consigliere comunale Stefano Albano che ritiene la vicenda “un vero e proprio scandalo. Per questo abbiamo depositato la richiesta di convocazione urgente di una seduta straordinaria del Consiglio comunale aperto incentrata proprio sulla vicenda della restituzione degli aiuti fiscali richiesta alle imprese del territorio aquilano, che ho rivolto ieri al presidente Roberto Tinari assieme ai colleghi Stefano Palumbo, Antonio Nardantonio, Emanuela Iorio, Elisabetta Vicini, Giustino Masciocco, Lelio De Santis, Angelo Mancini, Paolo Romano ed Elia Serpetti, che ringrazio per avere deciso di sottoscriverla”.

Albano prosegue: “E’ una questione che rischia di annullare tutti gli sforzi fatti in oltre nove di anni ricostruzione, di battaglie. A che serve ottenere le risorse, prevederne una parte consistente per la rinascita economica se poi per una serie di errori procedurali e timori politici il sistema economico del nostro territorio deve corrispondere in un solo colpo decine di milioni di euro? Ancora di più alla luce di quanto accaduto oggi in Senato il Consiglio comunale deve potersi esprimere a tutela dell’Aquila. Abbiamo proposto che a tale Consiglio comunale vengano invitati i rappresentanti delle associazioni di categoria e dei sindacati, nonché tutti i parlamentari eletti in Abruzzo. Serve un confronto serrato su questo affinché dal nostro territorio si levi una voce forte, autorevole”.

I firmatari propongono nel corso della medesima seduta l’approvazione di un ordine del giorno che impegnerebbe il sindaco “a vigilare e a farsi portavoce presso il Governo per ottenere la predisposizione” delle misure già contenute nell’emendamento non approvato al Senato su indicazione dello stesso esecutivo, “tra cui l’innalzamento della soglia del de minimis da 200mila a 500mila euro visto che quanto disposto finora su impulso del governo di Lega e 5stelle è del tutto insufficiente per le esigenze, i bisogni, i diritti della città dell’Aquila”.

Nella lettera di richiesta della seduta straordinaria si legge: “La questione occupa il dibattito da tempo, da quando il 14 agosto 2015 a seguito di una decisione della Commissione europea sono state avviate le procedure preliminari per il recupero degli aiuti fiscali nell’area del cratere 2009 a causa di una mancata notifica da parte delle autorità italiane tra il 2009 e il 2011" Gli ultimi sviluppi in Parlamento l’hanno resa una questione drammatica” visto che la proposta bocciata risparmierebbe “una ingiusta e insopportabile punizione a gran parte delle centinaia di imprese e cittadini coinvolti, e alleviato sensibilmente per il sistema economico del nostro territorio il peso di decine di milioni da corrispondere. Lega e 5stelle, limitandosi all’approvazione di una proroga dei termini delle procedure di consegna della documentazione da parte delle imprese e dei cittadini coinvolti come sono orientati a fare, consegnerebbero l’economia del cratere aquilano a una situazione di grave incertezza e preoccupazione, e con essa gli imprenditori, i lavoratori, i cittadini, che non possono permettersi una mazzata che rischierebbe di mettere definitivamente in ginocchio un territorio ancora alle prese con le conseguenze distruttive del terremoto del 2009 e di una crisi economica senza precedenti. Va da sé che il Consiglio comunale dovrebbe avere l’opportunità di esprimersi, e di formulare legittime e necessarie proposte di azioni a tutela dell’Aquila”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Lunedì 2 luglio alle ore 12, nella sala Rivera di Palazzo Fibbioni a L'Aquila, si terrà un incontro con tutti gli enti, le scuole, le aziende e le associazioni di categoria interessate alla condivisione e alla divulgazione di informazioni, bandi, progetti e opportunità di lavoro e formazione dedicati al mondo giovanile attraverso lo Sportello Informagiovani.

InformaGiovani è il servizio recentemente istituito, grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’Università degli Studi dell’Aquila, per offrire alla popolazione giovanile informazioni, orientamento e documentazione sulla vita cittadina e le opportunità offerte dal territorio comunale in materia di lavoro, formazione, salute e benessere, volontariato e viaggi.

Per alimentare il flusso di informazioni ed assicurare che tutti gli operatori pubblici e privati del territorio possano trovare nello sportello Informagiovani uno strumento di divulgazione delle proprie iniziative e di avvicinamento dei giovani alle attività proposte, si prevede la creazione di una rete di contatti attraverso la quale raccogliere ogni informazione utile alla cittadinanza in età dai 14 ai 35 anni.

Pertanto, tutti gli interlocutori territoriali interessati sono invitati a presentare iniziative, progetti, eventi, bandi, offerte di lavoro ed ogni altra informazione utile alla popolazione giovanile all’indirizzo di posta elettronica informagiovani@strutture.univaq.it

Tutte le informazioni confluiranno nel database del sito gestito dallo sportello Informagiovani che sarà suddiviso in sezioni dedicate (Vivere all’Aquila, Lavoro, Formazione, Salute e benessere, Volontariato, Viaggi). Il database sarà costantemente aggiornato grazie allo scambio continuo e alla condivisione di dati aggiornati. Non è prevista una scadenza per l’adesione alla banca dati.

Gli annunci dovranno essere inviati in file di testo (.doc, .docx, .rtf, .odt) oppure in file .pdf purché copiabili. I file in formato non editabile non verranno presi in considerazione, così come gli annunci meramente pubblicitari o con contenuti non adeguati alle finalità dello sportello.

Il front office dello sportello Informagiovani è già attivo in viale Nizza 14, al piano terra del Dipartimento di Scienze Umane.

Pubblicato in Eventi

LUCOLI (L'AQUILA) - Tutto pronto a Lucoli per l'appuntamento con il raduno di Fiat 500 e auto d'epoca, alla sua prima edizione.

L'evento, organizzato dalla Pro Loco di Lucoli in collaborazione con il coordinamento aquilano del Fiat 500 Club Italia, si terrà domenica 8 luglio lungo le principali vie del comune aquilano.

Ritrovo alle ore 9.30 presso il campo sportivo di Lucoli, nella frazione di San Menna, per l'iscrizione di autoveicoli e guidatori, e dopo un'abbondante colazione partenza del giro turistico che attraverserà le 17 frazioni regalando ai partecipanti viste mozzafiato e puro divertimento alla scoperta delle bellezze nascoste nei piccoli borghi.

Dopo una sosta nella frazione di Vado Lucoli per un aperitivo offerto dalla stessa Pro Loco in collaborazione con l'associazione Amici di san Michele, si partirà alla volta di Campo Felice dove, a termine del giro, i partecipanti potranno pranzare presso il ristorante dell'hotel La Vecchia Miniera.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - “L’attenzione sull’Aquila sia sempre alta e costante”. Con queste parole il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi ha commentato la visita all’Aquila del sottosegretario Mibact, Gianluca Vacca.

“Il sottosegretario, - ha proseguito Biondi - nell’accettare il mio invito, ha dimostrato di assegnare un ruolo di rilievo alla ricostruzione pubblica e monumentale della nostra città. Sia durante l’incontro di stamani in Comune che nel corso del successivo sopralluogo in centro storico, che ha interessato la basilica di San Bernardino da Siena, palazzo Ardinghelli, il teatro San Filippo e la chiesa di Santa Maria del Suffragio, abbiamo avuto modo di confrontarci e di condividere problematiche, prospettive e percorsi. Un’interlocuzione che vede al centro la necessità di creare una sinergia istituzionale per dare nuovo impulso alla ricostruzione e alla valorizzazione del nostro patrimonio storico artistico. All’onorevole Vacca ho consegnato un dossier su questioni di rilievo per la città: dalla ricostruzione dei beni pubblici vincolati alla candidatura della Perdonanza a patrimonio immateriale dell’Unesco, dalla giornata del Jazz italiano per le terre del sisma alla prossima apertura del MAXXI. Mi auguro - ha concluso Biondi - che sia il primo di una serie di incontri. La rinascita dell’Aquila e del cratere deve essere una priorità per il nuovo Governo”.

"L'Aquila e' un luogo identitario per l'Abruzzo e per l'Italia, - ha dichiarato il sottosegretario Mibact Gianluca Vacca - ho colto molto favorevolmente l'invito del sindaco Pierluigi Biondi, avevo gia' deciso di svolgere qui la mia prima visita istituzionale, perche' ripartire dall'identita' culturale dell'Aquila significa riaffermare l'identita' culturale di tutto l'Abruzzo. Noi siamo qui innanzitutto - sottolinea Vacca - per testimoniare la vicinanza del ministero e del Governo a L'Aquila e a tutti i Comuni colpiti dal terremoto del 2009. Due giorni fa il ministro si e' recato nei comuni colpiti dai terremoti del 2016 e del 2017. Lo facciamo per verificare lo stato dell'arte, e per vedere cosa c'e' da fare. Qui a L'Aquila la priorita' è  velocizzare e chiudere la fase della ricostruzione, e avviare una nuova pagina per questi territori".

Pubblicato in Politica
Giovedì, 28 Giugno 2018 12:43

Ok Senato a dl terremoto, passa a Camera

ROMA - Via libera dal Senato al decreto terremoto che reca misure urgenti a favore delle popolazioni del Centro-Italia, interessate dal sisma del 2016. Il provvedimento ha ottenuto 204 sì, un solo no e 56 astenuti.
Il decreto approderà alla Camera il 16 luglio per la discussione generale, il voto finale è previsto tra martedì 17 e mercoledì 18 luglio. (ANSA)

Pubblicato in Politica

ROMA - “La bocciatura al Senato dell’emendamento sulla sospensione del pagamento delle tasse per le aree terremotate è un fatto molto grave. La maggioranza ha bocciato sia l’emendamento del Pd che quelli di Forza Italia e FdI. Una vera doccia fredda per l’intera comunità e per le imprese. Gli emendamenti erano stati accantonati con la promessa di una soluzione che però evidentemente non sono stati in grado di trovare.

Si tratta di una scelta in netta contraddizione con la propaganda fatta in campagna elettorale delle forze oggi impegnate nel fantomatico ‘governo del cambiamento’.

Spiace molto anche perché tutti i parlamentari eletti nei territori colpiti dal terremoto si erano impegnati a sostenere quella proposta che veniva incontro alle legittime aspettative di cittadini ed aziende. Ed invece poi hanno contribuito alla bocciatura degli emendamenti.

Ovviamente il Partito democratico non si arrende dinnanzi a questa sciagurata decisione del Senato e ripresenterà lo stesso emendamento con grande determinazione alla Camera. Sono già al lavoro”. Così la deputata Dem Stefania Pezzopane, dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us