http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Dicembre 2018 - Radio L'Aquila 1
Venerdì, 28 Dicembre 2018 10:05

Libretti al portatore, occhio alla scadenza

L'AQUILA - Ancora 10 giorni per estinguere il libretto al portatore. Il prossimo 31 dicembre, infatti, ricorda l'Abi in una nota, scade il termine previsto dalla normativa antiriciclaggio per estinguere i libretti al portatore, ovvero i libretti non nominativi e quindi non riconducibili ad alcun soggetto specifico ancora esistenti. Restano dunque solo pochi giorni a disposizione di tutti coloro che hanno questo tipo di libretti e devono effettuarne l'estinzione nei termini previsti dalla legge.

Coloro che hanno un libretto al portatore devono recarsi presso gli sportelli della banca o di Poste italiane e scegliere una delle tre seguenti modalità di estinzione: convertire il libretto al portatore in uno di risparmio nominativo; trasferire l'importo complessivo del saldo del libretto su un conto corrente o su altro strumento di risparmio nominativo; chiedere la liquidazione in contanti del saldo del libretto.

Per tutti i ritardatari, ossia per tutti i portatori di libretto che si dovessero presentare allo sportello dopo il termine del 31 dicembre, le banche e le Poste italiane saranno obbligate a inoltrare una comunicazione al Ministero dell'Economia e delle Finanze che potrà applicare ai portatori 'fuori tempo massimo' una sanzione pecuniaria da 250 a 500 euro. (ADNKRONOS)

Pubblicato in Economia
Venerdì, 28 Dicembre 2018 10:02

Manovra in aula alla Camera

L'AQUILA - Ultimo giro alla Camera per la legge di bilancio. E' iniziata questa mattina in aula la discussione generale sulla manovra economica, licenziata nella notte dalla commissione Bilancio. Il voto finale è previsto entro domani sera ma le opposizioni, che hanno contrastato il provvedimento fin dall'inizio, in ogni suo passaggio a Montecitorio come a palazzo Madama, hanno deciso di passare alla vie di fatto. Il gruppo Pd al Senato deposita oggi un ricorso alla Corte Costituzionale - elaborato da un collegio di sette giuristi - ipotizzando il conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato per la violazione dei poteri che la Costituzione attribuisce al Parlamento in materia di formazione delle leggi.

Sul piede di guerra anche +Europa, che alle 16 ha convocato una conferenza stampa alla Camera "per denunciare le gravi violazioni costituzionali che hanno caratterizzato l'esame della legge di bilancio, negando le prerogative parlamentari e quindi la sovranità popolare". All'incontro partecipano tra gli altri la senatrice Emma Bonino e il deputato Bruno Tabacci. Una conferenza stampa attende oggi anche Giuseppe Conte che alle 10, alla sala Polifunzionale della presidenza del Consiglio, risponderà alle domande dei giornalisti nella tradizionale conferenza stampa di fine anno organizzata dall'Ordine dei giornalisti per tirare le somme dell'attività del governo. (ADNKRONOS)
Pubblicato in Politica
Venerdì, 28 Dicembre 2018 09:50

Benzina e diesel, ancora ribassi

L'AQUILA - Non si fermano durante le festività natalizie i ribassi sulla rete carburanti italiana. Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo ancora in calo prima dello stop alle contrattazioni, infatti, sabato 22 Eni e Tamoil hanno tagliato di 1 centesimo i prezzi raccomandati di benzina e diesel. Inoltre, lo stesso Cane a sei zampe ha limato di un ulteriore centesimo i due prodotti anche il giorno di Natale.

Prosegue, di conseguenza, il trend in discesa dei prezzi praticati sul territorio. In particolare, in base all'elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all'Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,511 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,495 a 1,542 euro/litro (no-logo a 1,502). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,444 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,435 a 1,465 euro/litro (no-logo a 1,433).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,649 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,631 a 1,759 euro/litro (no-logo a 1,552), mentre per il diesel la media è a 1,583 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,583 a 1,684 euro/litro (no-logo a 1,481). Il Gpl, infine, va da 0,646 a 0,673 euro/litro (no-logo a 0,647). (ADNKRONOS)

 

 
Pubblicato in Economia
Venerdì, 28 Dicembre 2018 09:48

Da gennaio aumenta la bolletta del gas

L'AQUILA - Rincari in bolletta in arrivo nel 2019. Dal primo gennaio si registrerà infatti un aumento della bolletta per il gas del 2,3% mentre per quella della luce si registrerà un calo dello 0,08%. E' quanto rende noto l'Arera, l'Autorità di regolazione per Energia Reti e ambiente.

Dopo il blocco degli oneri elettrici applicato dall’Arera nel secondo semestre 2018, la loro piena riattivazione consente per il 2019 di riportarli in equilibrio, senza alcun aumento per il prossimo trimestre della spesa per l’energia elettrica, in riduzione del -0,08% per la famiglia tipo1 in tutela (la famiglia tipo ha consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui). Il più ampio utilizzo negli ultimi 2 trimestri del 2018 degli strumenti a disposizione dell’Autorità ha permesso di tutelare i consumatori, limitando la volatilità della spesa della bolletta. Per il gas dal primo gennaio si registrerà una crescita del +2,3%, legata alla dinamica delle quotazioni nei mercati all’ingrosso e all’aumento degli oneri generali gas.

Nel dettaglio, per quanto riguarda l’energia elettrica nel primo trimestre 2019 l’aggiornamento è sostanzialmente determinato da un deciso calo della componente a copertura dei costi per l’approvvigionamento della materia prima (-5,32% sulla spesa della famiglia tipo), controbilanciato dalla riattivazione degli oneri generali (+5% sulla stessa spesa). Un aggiornamento degli oneri con cui si ottiene il loro completo adeguamento per recuperare, nel corso del 2019, quanto sospeso negli ultimi 2 trimestri del 2018.

Tale adeguamento, sottolinea l'Authority, permette di riportare i prossimi eventuali aggiornamenti degli oneri nell’ambito dei normali aggiustamenti legati al possibile variare del fabbisogno o della domanda. Per tener conto anche dell’aggiornamento infraperiodo della remunerazione del capitale investito per i servizi infrastrutturali (aggiornamento dei parametri Wacc), già deliberato dall’Autorità a inizio dicembre, leggero adeguamento poi per le tariffe di trasmissione, distribuzione e misura (+0,24%).

Il calo della componente materia prima per l’elettricità è determinato da diversi fattori, tra cui: il ripiegamento delle quotazioni internazionali delle commodity energetiche dopo la forte crescita registrata nei mesi estivi, la conseguente riduzione del prezzo del gas naturale - rafforzata dalla maggiore disponibilità di offerta di gas liquefatto in Europa - e l'arresto del trend rialzista dei prezzi dei permessi di emissione della CO2 che, tuttavia, continuano ad avere un’accentuata volatilità, anche per effetto dell’eccesso di offerta che il mercato non ha ancora riassorbito.

Per il gas naturale all’aumento della spesa per la materia prima (+0,9% sulla spesa della famiglia tipo), legato alle quotazioni attese nei mercati all’ingrosso nel prossimo trimestre, si affiancano un aumento degli oneri generali (+1%) e un leggero adeguamento delle tariffe di trasporto distribuzione e misura (+0,4%), che tiene conto anche dell’aggiornamento infraperiodo della remunerazione del capitale investito per i servizi infrastrutturali (aggiornamento dei parametri Wacc), già deliberato dall’Autorità a inizio dicembre.

Per l’elettricità la spesa (al lordo tasse) per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il 1° aprile 2018 e il 31 marzo 2019) sarà di 560,2 euro, con una variazione del +4,7% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1° aprile 2017 - 31 marzo 2018), corrispondente a un aumento di circa 25 euro/anno.

Nello stesso periodo la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.150 euro, con una variazione del +10% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente(1° aprile 2017 - 31 marzo 2018), corrispondente a circa 105 euro/anno. (ADNKRONOS)

 

 

 

 
Pubblicato in Economia

L'AQUILA - "Facciamo attenzione" alla truffa, l'ennesima che corre su WhatsApp. "Diversi utenti che si sono rivolti al servizio assistenza dell'operatore #Vodafone per segnalare guasti sulla rete fissa sono stati contattati su #WhatsApp - avverte la Polizia Postale con un post su Facebook -, da un fantomatico 'reparto Tecnico' il quale, al fine di sollecitare l'intervento di personale tecnico, richiedeva con varie scuse, copia dei propri documenti di riconoscimento e, in alcuni casi, anche una copia di un secondo documento d'identità". Ricordiamo, sottolinea la Postale, che gli operatori telefonici non richiedono mai copie di documenti per interventi di assistenza né tantomeno utilizzano" le chat "per comunicare con la propria clientela". "In alcuni casi invece i truffatori informano gli utenti di inesistenti rincari della loro tariffa telefonica, invitando gli stessi a passare ad altro operatore telefonico. Nel dubbio è opportuno sin sincerarsi attraverso il call center, dedicato all'assistenza - conclude -. Vodafone Italia anche a tutela della propria clientela ha sporto regolare denuncia all'Autorità giudiziaria. (ADNKRONOS)

Pubblicato in Varie
Giovedì, 27 Dicembre 2018 18:40

Meteo L'Aquila, cielo azzurro anche domani

L'AQUILA - di Elio Ursini - In serata e durante la notte cielo limpido. Nella giornata di domani cielo azzurro. Domani sera arriverà qualche nuvola ma sarà innocua. I venti domani saranno deboli prevalentemente da Nord. La temperatura minima prevista per la notte sarà di -5 gradi, la massima di domani sarà di 10 gradi.
Pubblicato in Varie
Giovedì, 27 Dicembre 2018 18:33

Consiglio Abruzzo: costituito il gruppo +Europa

L'AQUILA - Ufficializzata questa mattina presso la sala Fabiani del consiglio regionale d’Abruzzo la costituzione del gruppo +Europa L’Aquila, un riferimento provinciale del partito lanciato nel novembre 2017 su iniziativa di Centro Democratico, del movimento Forza Europa e Radicali Italiani. L’iniziativa, che apre la strada alle adesioni individuali a +Europa in vista del congresso nazionale del prossimo gennaio, è stata presentata dal consigliere regionale Maurizio Di Nicola, al cui fianco vi erano i membri fondatori del gruppo provinciale dell'Aquila: Elisabetta Vicini, consigliere del comune di L'Aquila e presidente della quinta commissione Garanzia e controllo, Stefano Iulianella, sindaco di Pescina, Paola Federici, vice presidente dell’Acsi Aquila e Giuliano Di Nicola, ex consigliere comunale dell'Aquila e promotore della lista Democratici e socialisti alle ultime amministrative Aquilane.

Nel discorso introduttivo Maurizio Di Nicola ha dichiarato che: “L’obiettivo è quello di coinvolgere nuovi militanti per ripartire dal territorio, difendere e diffondere l’ideale di cooperazione tra Stati europei in maniera seria, soprattutto sotto l’aspetto della comunicazione politica. Destra e sinistra sono concetti superati e +Europa vuole mettere in discussione l’attuale sistema europeista per rilanciare una fiscalità unica, un unico modello di istruzione europeo, un unico esercito per vigilare i confini comuni, favorendo lo sviluppo dei territori macroregionali e auspicando per il futuro la realizzazione del sogno degli Stati Uniti d’Europa”, con l’elezione diretta degli organi di governo.

In riferimento alle prossime elezioni Regionali Di Nicola ha dichiarato che scenderà in campo con la lista +Abruzzo al fianco di Giovanni Legnini con l’auspicio che, attraverso la figura competente e dall’alto profilo istituzionale di quest’ultimo, i cittadini possano ritrovare le buone ragioni della Politica aperta e dialogante. É necessario mettere in campo programmi e azioni per favorire il rientro in Abruzzo dei giovani che oggi sono fuori regione, capitale umano prezioso che costruirà la rete migliore per rilanciare il futuro della nostra comunità regionale.

Pubblicato in Politica
Giovedì, 27 Dicembre 2018 17:18

Concorsi per infermieri e tecnici di radiologia

CHIETI - La Asl Lanciano Vasto Chieti ha indetto due concorsi pubblici per l'assunzione a tempo indeterminato di 30 infermieri e di 8 tecnici sanitari di Radiologia medica (categoria e livello economico D). Deliberazioni e bandi adottati dalla Direzione generale Asl sono stati pubblicati all'Albo pretorio del sito www.asl2abruzzo.it e inviati alla Gazzetta ufficiale: quando quest'ultima provvederà alla pubblicazione scatteranno 30 giorni per presentare le domande. I due bandi si aggiungono all'assunzione prevista di 4 infermieri attingendo alla graduatoria di un concorso della Asl di Teramo e alla stabilizzazione di infermieri e tecnici di neurofisiopatologia disposta in altro avviso pubblicato alcune settimane fa. "Abbiamo storicamente una grave carenza di infermieri in organico, sopperita in parte con personale a tempo determinato - spiega il direttore generale Asl Pasquale Flacco - Il numero dei tecnici di radiologia è insufficiente a garantire le attività assistenziali aziendali, anche per recenti pensionamenti". (ANSA)

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - In programma oggi a Roma un confronto promosso dal ministro per Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli con i vertici di Strada dei Parchi Spa, concessionaria di A24 e A25, per evitare l'aumento dei pedaggi che dal primo gennaio prossimo potrebbe toccare il 19%. Da un lato si scongelerebbe l'aumento, circa 13%, scattato a gennaio 2018, bloccato a ottobre fino al 31 dicembre prossimo su volontà della Spa; dall'altro ci sarebbe una lievitazione, tra 5 e 6 per cento, della tariffa dal primo gennaio 2019 sulla base del contratto tra Mit e Sdp. Intanto Cna Fita Abruzzo annuncia l'adesione alla mobilitazione promossa dai sindaci di Lazio e Abruzzo fissata per il 31 dicembre, denunciando "l'ennesimo balletto di responsabilità e lo scaricabarile in atto tra ministero e concessionario". E il ministro definisce "singolare assistere alle proteste dei sindaci di quei partiti che negli anni passati, mentre guidavano l'esecutivo, hanno consentito che i concessionari mettessero le mani nelle tasche degli italiani". (ANSA)

Pubblicato in Politica
Giovedì, 27 Dicembre 2018 16:11

Il ministro Toninelli su pedaggi A24/A25

ROMA - “Mentre il governo sta lavorando per sterilizzare gli aumenti dei pedaggi autostradali di inizio anno, è singolare assistere alle proteste dei sindaci di quei partiti che negli anni passati, mentre guidavano l'esecutivo, hanno consentito che i concessionari mettessero le mani nelle tasche degli italiani e hanno blindato quei contratti-regalo in favore dei prenditori di Stato". Lo dice in una nota il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

"Si dimettessero se si vergognano di quanto hanno fatto i loro capi politici. Se la prendano con loro. Ora è facile, da sindaci, fare la parte dei difensori dei cittadini. Ma dove erano, in quale piazza, sotto quale Ministero quando i loro leader legavano le mani allo Stato e lasciavano gli utenti delle autostrade in balia dei gestori? Il governo del cambiamento - conclude Toninelli - sta invertendo i rapporti di forza. Lo Stato torna a fare lo Stato".

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us