http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Novembre 2018 - Radio L'Aquila 1

ROMA - “Ormai siamo in piena emergenza ricostruzione! Cittadini, imprese e istituzioni locali, vittime dei terremoti del 2009 all’Aquila e del 2016-17 in Centro Italia, sono lasciati senza risposte. Venerdì prossimo, stiamo definendo proprio in queste ore il programma definitivo, la commissione Ambiente della Camera sarà in Abruzzo, certamente all’Aquila, a Montereale e Campotosto. Occorre tenere accesa l’attenzione su territori che governo e maggioranza M5s-Lega hanno lasciato soli. Ecco perché, da questo punto di vista, voglio sottolineare l’importanza della bella marcia organizzata da alcune donne delle zone devastate da sisma. Alla sindaca di Cagnano Amiterno, Iside Di Martino, e all’ex sindaca di Montereale, Lucia Pandolfi, voglio dire grazie per questa iniziativa. Dobbiamo denunciare tutte e tutti con forza l’indifferenza e la strafottenza di un governo che in sei mesi non ha saputo nominare neanche un sottosegretario alla ricostruzione ed ha smantellato la governance togliendo poteri a regioni e comuni”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del gruppo Pd alla Camera.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Come ogni anno, il 21 novembre, la Pro loco di Coppito in collaborazione con la direzione didattica Amiternum-Marconi, organizza la festa dell'Albero mettendo a dimora piante da frutto e da siepe nelle aree scolastiche all'interno del parco di Murata Gigotti.

Quest'anno le piante e le piantine verranno messe a dimora nell'area verde antistante L'Asilo Nido “Ape Tau”.

Ai bambini della Materna e della Primaria verrà offerta una ricca merenda.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Martedì 20 e mercoledì 21 novembre, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università dell’Aquila si svolgerà il convegno internazionale “A sessant’anni dall’Isola di Arturo”, dedicato all’opera di Elsa Morante e, in particolar modo, al secondo romanzo dell’autrice, vincitore del Premio Strega nel 1957.

Le due giornate ospiteranno studiosi di punta della grande scrittrice romana, provenienti da diverse università italiane ed europee, col fine di creare un momento di approfondimento dell’opera morantiana, nel quale saranno affrontati temi centrali quali il recupero degli inediti, l’influenza dell’autrice nella cultura letteraria del presente, la ricezione italiana e straniera dell’Isola di Arturo, il rapporto di quest’opera con gli altri romanzi della scrittrice.

I lavori del convegno verranno aperti alle 9.45 del 20 novembre da Elio Pecora, scrittore, poeta e amico di Elsa Morante, che introdurrà il pubblico all’esperienza biografica e letteraria dell’autrice e alla scoperta dell’entourage intellettuale degli anni 60-70.

Al termine di ogni sessione gli autori degli interventi dialogheranno con il pubblico.

L’obiettivo del convegno, realizzato nell’ambito delle attività del progetto di Eccellenza 2018-2022, è quello di offrire un evento di alto profilo culturale a tutta la comunità cittadina, che è invitata a partecipare.

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - Si è parlato dellesperienza e dellopportunità di sviluppo che offre il progetto Il Cammino del Perdono dellomonima Dmc del Movimento Celestiniano dellAquila, nel corso dellincontro svoltosi sabato pomeriggio allAquila a Palazzo dellEmiciclo, promosso dalla Regione Abruzzo ed aperto in particolare ai Sindaci e agli operatori dei territori coinvolti dal progetto di promozione turistica.

Sulle tracce degli antichi avvenimenti storici risalenti al XIII secolo in chiusura dellepoca medievale, il Movimento Celestiniano ha ricostruito, secondo lattuale visione geografica ed ambientale, quei percorsi spirituali ed umanistici che hanno caratterizzato quellepoca tanto intensa quanto ricca di contrasti. Il Cammino del Perdono nasce dal desiderio di riscoprire quegli elementi e quei personaggi che favorirono la riappacificazione tra popoli da secoli in guerra a causa delle famigerate Crociate Cristiane. Tra i luoghi più importanti dellepoca, e sulla storia e la vita di San Pietro Celestino V e delle altre figure importanti di quel periodo (Federico II, il Sultano ElKamil, San Francesco DAssisi), nascono cinque stupendi quanto unici percorsi turistici che attraversano mete sconosciute alle masse e garantiscono un viaggio non solo fisico, ma emotivo e trascendentale. Dei cinque rami che il progetto del cammino del Perdono prevede: Sui Passi di Celestino, Sui Passi dei Papi, Sui Passi dei Pastori, Sui Passi di Francesco e sui Passi del Sapere ad oggi i primi tre sono perfettamente fruibili e pronti per ospitare i pellegrini che vorranno percorrerli, quello dedicato a San Francesco è fermo a causa del sisma del 2016 mentre per il quinto: Sui Passi del Sapere è in corso di realizzazione la guida al percorso.

La Regione Abruzzo sta puntando su progetti di promozione turistica come Il cammino del Perdono - spiega lassessore regionale Lorenzo Berardinetti - Io sono da sempre promotore e sostenitore dei cammini e di questo genere di iniziative che consentono, a un pubblico vasto e di tutte le età e provenienze geografiche, di entrare in contatto con le eccellenze del nostro territorio. Attraverso questa idea, infatti, abbiamo la possibilità di conoscere, scoprire e apprezzare zone dalle bellezze culturali, naturalistiche e architettoniche spesso sconosciute e per questo intatte. Il progetto presentato oggi è un fatto assolutamente concreto e questo produce una micro economia particolarmente utile alla nostra Regione e ai nostri comuni. In questi anni la mia attenzione sul tema è sempre stata elevata, ed a testimonianza di ciò vi sono gli sforzi prodotti in campo normativo che hanno fruttato una serie di leggi e regolamenti atti a sviluppare attività analoghe, non ultimo il regolamento che la giunta regionale a giorni prenderà in esame.

Il Cammino del Perdono è dunque unimportante opportunità di promozione e sviluppo del territorio ...che crea comunità - spiega Piero Paolo Giorgi coordinatore del Movimento Celestiniano - cioè crea le condizioni per una condivisione di sviluppo locale attorno ad unidea che ha radici molto profonde. Radici che provengono da un assetto socio culturale che secolo Celestino V propose. In termini attuali il progetto risponde alle moderne esigenze di un turismo compatibile, ecosostenibile e socialmente allettante. Non è un caso - conclude Giorgi - che oggi sempre più persone si avvicinano al nostro sistemano e vogliono fare esperienze di questo genere nella rete da noi creata.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - "E’ incredibile assistere ad un dibattito sull’abbattimento del civico 29 di via Fontesecco ancor più in assenza di motivazioni che giustifichino il ricorso ad un piano unitario di intervento pubblico e non avere invece più nessuna notizia sul futuro del ponte Belvedere. E’ del 13 dicembre 2017, quasi un anno fa dunque, la deliberazione di Giunta comunale con la quale si approvò la modifica della proposta progettuale sul consolidamento del ponte, con l’inserimento di una campata in acciaio che avrebbe garantito, a loro dire, maggior sicurezza e minori tempistiche di esecuzione; motivazioni del tutto prive di fondamento soprattutto se non giustificate da uno nuovo studio progettuale come quello che la precedente amministrazione commissionò all’Università degli Studi dell’Aquila, ma da una decisione dell’assessore proponente la delibera. Inoltre la modifica progettuale porterà con sé anche una modifica della spesa che infatti lievita da un milione e trecentomila euro a due milioni, ma l’importante è fare bene e fare in fretta, viene da dire". Così in una nota i consiglieri comunali dell'Aquila del gruppo Il Passo Possibile.

"Purtroppo - aggiungono - la modifica ha comportato anche l’aumento dell’importo di affidamento della progettazione, fatto in precedenza con gara pubblica e con un ribasso del 73,77% per un totale di circa 25 mila euro; in determina, però, l’aumento di circa 12 mila euro viene inspiegabilmente rubricato come “spesa per servizi complementari” resisi necessari pare a seguito di circostanze impreviste. Ma può una scelta arbitraria, non supportata tecnicamente, generare una circostanza imprevista? E può un importo di due milioni di euro di lavori generare spese tecniche, in assenza di ribasso d’asta, di soli 38mila euro? O piuttosto è un modo per evitare una procedura di gara che dovrebbe essere aperta in virtù di una nuova parametrazione fatta sul nuovo importo dei lavori e ricorrere a un raggiro delle norme in materia? Chiederemo sull’argomento una V commissione che possa fare luce sulla vicenda affinché non si perda altro tempo per la ricostruzione, sia essa parziale o totale, del ponte".

"È paradossale - terminano i consiglieri - che l’amministrazione abbia smesso di parlare della ricostruzione del ponte e preferisca concentrarsi sull’abbattimento dell’immobile sottostante, nonostante sia previsto, sia all’interno dello studio dell’Università che del preliminare, una cifra specifica per lo spostamento temporaneo dei residenti di quell’immobile e non permanente come da mesi viene ventilato dall’amministrazione".

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Il GSSI – Gran Sasso Science Institute è entrato a far parte di un consorzio di istituti di ricerca sociale ed economica, manager culturali e lavoratori creativi di sei Paesi europei, guidato dall’Università di Turku (Finlandia), per un progetto di ricerca triennale teso a rimodellare la percezione delle industrie culturali e creative (CCIs). Il DISCE Project (acronimo di Developing Inclusive & Sustainable Creative Economies), fondato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Horizon 2020, mira a rivalutare il contributo delle CCIs alla crescita, alla qualità dell’occupazione, alla competitività, all’attrattività e alla coesione sociale di città e regioni europee. 

Attraverso un approccio multidisciplinare qualitativo e quantitativo DISCE punterà a

 

- sviluppare indicatori più solidi delle CCIs per facilitare una comprensione migliore e più completa delle loro performance e del contributo all’economia e alla società, a livello nazionale ed europeo;

- fornire strumenti per una migliore comprensione delle prospettive lavorative, delle sfide e dei bisogni formativi dei lavoratori creativi di oggi e di domani, compresa una mappatura dell’istruzione superiore in materia;  

- indagare ineguaglianze ed esclusione nelle CCIs, con l’obbiettivo di ottenere conoscenze più profonde degli ostacoli  e offrire un’idea più chiara dei facilitatori di nuovi modelli di business, di innovazioni, occupazione e crescita;

- promuovere una migliore comprensione del mercato del lavoro e dell’imprenditorialità nelle CCIs come anche del ruolo degli agenti indipendenti come forza dirompente del loro rinnovamento in Europa;

- offrire un nuovo quadro attraverso cui esaminare e sostenere il ruolo delle CCIs nel processi di “crescita inclusiva e sostenibile”, intesa non solo come contributo al PIL ma anche come fiorente sviluppo culturale e umano.

DISCE, sostenuto da una collaborazione fiduciaria con un approccio top-down e bottom-up in contesti locali, regionali, nazionali ed europei, costruirà la sua ricerca interdisciplinare su tre pilastri:

- solide analisi statistiche, mappature e lo sviluppo di nuovi indici statistici;

- approfonditi casi di studio in dieci regioni europee;

- una co-creazione e interazione attiva con le parti interessate (accademici, professionisti, associazioni di categoria, responsabili politici e decisionali) per convalidare la rilevanza del progetto e i risultati delle sue politiche e per garantire un impatto e una sostenibilità a lungo termine.

La partenza del progetto DISCE è pianificata per gennaio 2019 e la sua durata è di tre anni. Il principale coordinatore è il Dipartimento di Management e Entrepreneurship della Turku School of Eonomics (TSE) dell’Università di Turku (UTU) in Finlandia. Gli altri membri del consorzio di ricerca sono il King’s College London (KCL) nel Regno Unito e la Stockholm School of Economics (SSE) a Riga, in Lettonia.

Il consorzio è completato da una società non-profit belga di consulenza Culture and Media Agency Europe aisbl (CUMEDIAE) e la rete europea di centri culturali non governativi con sede in Svezia, Trans Europe Halls (TEH), che assumerà sia le comunicazioni sia gli impegni tra le parti interessate all’interno delle industrie culturali e creative.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Tecniche, trattamenti ed interventi innovativi per il rimodellamento dei glutei, per risultati che siano sempre più armonia ed equilibrio estetico del corpo, “opera d’arte moderna”, analizzati da 50 tra i migliori professionisti italiani nel settore della Chirurgia Plastica ed Estetica.

Numerose e qualificate le esperienze a confronto ed anche i “casi” esaminati nel quarto corso dell'Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe), dal titolo “Videochirurgia, scultura corporea”, che si è concluso sabato pomeriggio nel presidio ospedaliero privato di Villa Letizia, a Preturo (L'Aquila).

Ad organizzare l'evento il dottor Paolo Vittorini, responsabile del servizio di Chirurgia plastica e ricostruttiva e direttore del centro di Chirurgia ricostruttiva post-obesità patologica della casa di cura privata Villa Letizia dell’Aquila, in collaborazione con la dottoressa Adriana Pozzi, segretario della Società internazionale di Chirurgia Plastica Estetica (Isaps) e la professoressa Adriana Cordova, presidente della Società italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica (Sicpre).

Al centro dell’incontro: la nuova frontiera dell’estetica, la “fusione” tra Arte e Scienza, per una nuova figura del chirurgo “scultore dei nostri tempi”.

“Non è più accettabile per un chirurgo rimodellare un singolo distretto corporeo, senza avere una visione di insieme, per questo, con professionisti esperti del settore, abbiamo valutato soluzioni innovative, chirurgiche e non, volte alla soddisfazione estetica e psicologica del paziente, con un approccio chirurgico che deve mirare a coniugare forma e funzione, aspettativa e risultato”, ha spiegato il dottor Vittorini, che ha parlato di body contouring circonferenziale con gluteoplastica adiposa.

I lavori, molto serrati, hanno riguardato un percorso che ha toccato diversi temi: dalla gluteoplastica/pessi additiva con protesi adipose in silicone alla liposcultura e lipostrutturazione, dall’anatomia e canoni estetici al lifting dell’interno coscia orizzontale e verticale, fino alla rivalutazione del grasso come “tessuto nobilissimo”.

“Al chirurgo plastico è data la possibilità di rimodellare il corpo umano, in un’azione di vero e proprio ‘restauro del corpo’ - ha sottolineato ancora Vittorini -. Noi, in qualità di chirurghi, abbiamo la possibilità di manipolare e modellare il grasso. Oggi sappiamo che il tessuto adiposo rappresenta il più grande ed esteso organo endocrino del corpo umano. Dunque, un vero e proprio tessuto, metabolicamente attivo, e l’unico che il chirurgo plastico può sapientemente modellare, sfruttandone la dinamicità e vitalità, trasferendolo da aree dove è presente in eccesso ad aree deficitarie, grazie alla moderna Chirurgia Plastica Rigenerativa”.

Tra i presenti, esperti da tutt’Italia: Emanuele Bartoletti (Roma); Claudio Bernardi (Roma); Pier Luigi Canta (Napoli); Alessandro Casadei (Venezia); Valerio Cervelli (Roma); Pier Francesco Cirillo (Roma); Angelo Magnanini (L’Aquila); Gian Luca Gatti (Pisa); Carlo Gasperoni (Roma); Marco Loiacono (Roma); Gabriele Muti (Milano); Flavio Saccomanno (Roma).

Adriana Pozzi, nel suo intervento, ha ripercorso tutti i momenti chiave nella storia in cui i canoni di bellezza femminili sono cambiati, fino ad arrivare ai giorni nostri, sottolineando che "la donna raggiunge l'apice della femminilità e sensualità nel periodo delle pin-up, sensuali e procaci. Voglio citare, infine, una frase che Umberto Eco ha scritto a proposito di come si sta evolvendo la bellezza: 'l'esploratore del futuro non potrà più individuare l'ideale estetico diffuso dai mass media nel ventesimo secolo ma dovrà arrendersi di fronte all’orgia della tolleranza, al sincretismo totale, all’assoluto e inarrestabile politeismo della bellezza'".

La Chirurgia Estetica della “regione glutea” e la sicurezza degli interventi, sono stati gli argomenti principali sui quali gli esperti si sono confrontati nella seconda parte della giornata.

“Si tratta di un settore sul quale ci sono ancora parecchie ombre, ci sono stati allarmi delle Società Scientifiche sul rischio di alcune procedure, come il lipofilling del gluteo: c’è una mortalità elevata, uno a 3 mila, percentuale maggiore negli interventi estetici. Per questo è importante parlarne, studiare e cercare di capire la causa del problema e successivamente riuscire a trovare una soluzione. Ricordiamoci - ha precisato il presidente del Sicpre, Cordova, direttore dell’Istituto di Chirurgia Plastica di Palermo - che ci muoviamo nel settore dell’Estetica e quindi su soggetti sani che spesso chiedono di essere sottoposti ad interventi senza conoscere realmente i rischi a cui vanno incontro”, ha concluso.

Il corso ha ottenuto 7,8 crediti nell’ambito del programma formativo Educazione Continua in Medicina (Ecm) per la figura professionale del Medico Chirurgo (specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva e Chirurgia Generale – Socio Aicpe e/o Sicpre).

Pubblicato in Eventi
Lunedì, 19 Novembre 2018 18:29

Meteo L'Aquila e dintorni, ombrelli aperti

L'AQUILA - di Elio Ursini - In serata, durante la notte e nella giornata di domani molto nuvoloso con piogge a tratti intense.
Dal tardo pomeriggio di domani condizioni meteo in miglioramento con termine delle precipitazioni.
Venti domani moderati prevalentemente da Sud-Ovest (raffiche 30km/h).
Temperatura minima prevista 5 gradi, massima di domani 14 gradi.
Pubblicato in Varie
Lunedì, 19 Novembre 2018 18:20

Tre orsi morti, Wwf chiede Stati Generali

L'AQUILA - Subito gli Stati Generali dell'Orso Marsicano: vista l'emergenza ne chiede la convocazione il Wwf coinvolgendo tutti i soggetti competenti, ministero dell'Ambiente, Regioni, aree protette e associazioni. Dopo la morte di tre orsi, una mamma e due cuccioli, in una vasca per acque piovane tra Balsorano e Villavallelonga (L'Aquila), nella Zona di Protezione esterna del Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, il Wwf chiede censimento e messa in sicurezza delle strutture pericolose, visto che questa "specie simbolo rischia di essere cancellata dall'incuria e dall'approssimazione con cui l'uomo gestisce le aree montane dove il plantigrado vive". Wwf chiede che i prefetti dispongano censimento e messa in sicurezza delle strutture potenzialmente pericolose non solo nei parchi ed è disponibile a contribuire economicamente. "Se si vuole salvare una specie simbolo dell'Abruzzo, dell'Appennino centrale e del Paese, non possiamo nasconderci dietro cavilli burocratici o perderci dietro piccoli interessi locali". (ANSA)

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - "Altre due panchine rosse a Camarda e Tempera nel Comune di L’Aquila. Rosse come il sangue delle donne innocenti colpite a morte e violentate. Rosse come il cuore che pulsa di amore e di speranza. Con questo sentimento di dolore e di speranza che continuiamo nei comuni e nelle frazioni ad incontrare persone ed associazioni per testimoniare una battaglia quotidiana ed un impegno civile - dichiara l'onorevole Stefania Pezzopane - Abbiamo volute fissare sulle panchine delle targhette che riportano il 1522 - help line nazionale violenza e stalking -, numero attivo h24".

"Grazie anche al parroco don Giovanni Gatto che ha partecipato alla inaugurazione della panchina a Tempera. Ringrazio - termina Pezzopane - Gilda PanellaStefano Innocenzi e Valentina RaparelliFernanda Tramontelli e l’Associazione Culturale "Il Treo per il generoso lavoro ed impegno".

Pubblicato in Varie
Pagina 1 di 47

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us