http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Ottobre 2018 - Radio L'Aquila 1

AVEZZANO (AQ) - Si è riunito ufficialmente il consiglio d'amministrazione dell'Autorità per la gestione integrata dei rifiuti (#Agir). Il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, è stato nominato presidente e il sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis, vice presidente. 

“Insieme agli altri amministratori del cda – dichiara De Angelis - abbiamo iniziato già da oggi pomeriggio a lavorare sul bando con cui verrà individuato il direttore generale. Scattano oggi i 30 giorni per convocare l'assemblea dei 305 sindaci abruzzesi. La nomina del direttore è fondamentale in quanto nella fase di avviamento dovrà dotarsi di un organigramma minimo per rendere immediatamente operativo l'Agir così da seguire le linee programmatiche stabilite nel piano industriale.
Linee programmatiche che dovranno essere condivise da cda e assemblea dei sindaci. Tutto con l'obiettivo di rendere il servizio integrato dei rifiuti migliore e con costi inferiori per i cittadini di tutta la nostra regione.”

Pubblicato in Politica
L'AQUILA - In serata, durante la notte e nella giornata di domani nubi sparse con addensamenti nuvolosi senza fenomeni di rilievo associati.
VENTI: Domani moderati prevalentemente da Est (raffiche 25km/h).
TEMPERATURA: Minima prevista per la notte 11 gradi, Massima prevista per domani 22 gradi.

 

Pubblicato in Varie

PESCASSEROLI (L'AQUILA) - Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, in collaborazione con il Comune di Pescasseroli, il Comune di Alvito, la Fondazione Sipari, il Cai, la Proloco di Pescasseroli e i Cavalieri del tratturo di Alvito, organizza una serie di eventi, che si svolgeranno nei giorni 5 , 6 e 7 ottobre a Pescasseroli ed Alvito per ricordare il fondatore del Parco Erminio Sipari a 50 anni dalla sua morte.

Ermino Sipari ha ricoperto un ruolo fondamentale per la nascita del Parco Nazionale d’Abruzzo, prima come propugnatore della sua Istituzione e poi, come Presidente dell’Ente autonomo. Va ricordato sicuramente per la sua visione innovativa e come precursore dello sviluppo sostenibile, in quanto un secolo fa si era impegnato per coniugare la crescita turistica dell’Alta valle del Sangro con la conservazione della natura.

Nella giornata del 5 ottobre alle ore 16 sarà possibile partecipare ad un convegno presso la sala del Centro visite del Parco a Pescasseroli dal titolo: Il Parco Nazionale D’Abruzzo e il suo fondatore: Erminio Sipari tra storia ed attualità. Al convegno che è stato accreditato dal consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti come evento formativo, interverranno: Stefano Pallotta, Antonio Carrara, Luigi Piccioni, Costantino Felice e Lorenzo Arnone Sipari.

Alle ore 18:00 presso le scuderie di Palazzo Sipari sarà aperta la Mostra: “Erminio Sipari, l’apostolo del Parco Nazionale d’Abruzzo - La magia della Natura” a cura dell’Archivio di stato dell’Aquila, sezione di Avezzano, che rimarrà aperta anche nei giorni 6 e 7 ottobre. A seguire è prevista la visita guidata a Palazzo Sipari per i giornalisti accreditati a cura della Fondazione Sipari.

La mattina del 6 ottobre alle ore 8,30 verrà inaugurato, il Sentiero Sipari ad Alvito alla presenza delle Autorità del Parco, dei Comuni di Alvito e Pescasseroli e dei rappresentanti della Famiglia Sipari. Il sentiero unisce Alvito, dove Sipari è nato, a Pescasseroli, dove è vissuto, e a percorrerlo, per intero, per la prima volta, saranno simbolicamente un Guardiaparco, un Carabiniere Forestale e due escursionisti di Pescasseroli, insieme ad un gruppo di Cavalieri del Tratturo di Alvito.

Sempre il 6 ottobre, alle 9,00 a Forca d’Acero inaugurazione del Sentiero Italia da Parte del Cai Abruzzo e partenza degli escursionisti accompagnati dalla sezione Cai Coppo dell’orso. Entrambe le escursioni si ricongiungeranno nell’ultimo tratto del Sentiero, verso Pescasseroli, dove il Sentiero Sipari e Italia coincidono. Alle ore 13,00 a Palazzo Sipari gli escursionisti saranno salutati da autorità e organizzatori.

Alle ore 13,30 il pranzo a cura della Pro-loco di Pescasseroli. Nel pomeriggio alle ore 17,00 presso il cinema “Ettore Scola” la rappresentazione teatrale sulla figura e l’opera di Erminio sipari a cura di Alessandra Mosca e Cesidio Taricone del Gruppo teatrale “Le vestigia del Parco”.

La giornata si concluderà presso l’Abbazia SS. Pietro e Paolo con il concerto Anacanta “Altri Sentieri” del coro alpino Rive del Sangro di Pescasseroli e il Coro Alpino Stella del Gran Sasso di Isola del Gran Sasso.

Un fine settimana intenso di iniziative per ricordare Erminio Sipari nel cinquantenario della morte e per dedicare a lui, che dell’istituzione e nascita del Parco è stato un grande protagonista, un Sentiero che ne conservi la memoria per sempre. Nell’invitare tutti a partecipare - dichiara il presidente del Parco Antonio Carrara - voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato insieme per organizzare al meglio l’evento”.

 

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Con la sentenza 09253/2018 pubblicata l’11 settembre scorso il Tar del Lazio dà definitivamente ragione agli studenti ricorrenti contro l'Università dell'Aquila e il Miur. Possiamo ufficialmente dire - si legge in una nota dell'Unione degli Universitari dell’Aquila - che l’inserimento del numero programmato locale per il corso di laurea magistrale in Psicologia per l’anno accademico 2016/17 è stato inserito in maniera illegittima, in violazione della legge 264/99.

La sentenza pronunciata dal tribunale amministrativo ristabilisce i diritti degli studenti in materia di accesso allo studio: non è possibile per le università inserire dei numeri chiusi motivando la scelta in base al rapporto docenti/studenti. Testualmente “Il sistema dell’accreditamento impone alle Università di massimizzare ogni sforzo organizzativo per adeguare le proprie strutture e dotazioni, anche di personale docente, alla domanda di formazione proveniente dalla società, in quella che viene definita 'università di massa', mentre non autorizza, all’opposto, le medesime ad azionare arbitrariamente la 'leva della domanda' ponendo dei limiti all’accesso all’istruzione universitaria in ragione dell’inadeguatezza delle proprie strutture”. Se così non fosse, dicono ancora i giudici, “una quota della domanda complessiva del servizio pubblico universitario sarebbe destinata ad essere strutturalmente frustrata, con lesione grave e sistematica del diritto all’istruzione universitaria che compete ad ogni cittadino italiano”.

Viene ristabilita, quindi, la gerarchia delle fonti (è la legge 264/99 a normare i numeri chiusi e non altro) e fornita la corretta interpretazione del sistema di accreditamento (non teso a intervenire sulla domanda inserendo i numeri chiusi, ma a garanzia degli studenti e della didattica loro erogata).

23 studenti quindi potranno essere definitivamente immatricolati e altri 35 aspettano una sentenza analoga. Per questi ultimi chiediamo all’Ateneo di applicare i principi stabiliti nella prima sentenza e di non aspettare che sia il tribunale ad ordinare l'immatricolazione.

Il ricorso, promosso e coordinato dall’Udu L’Aquila, insieme ad altri simili promossi nel territorio nazionale, hanno portato a sentenze che segnano con crepe profonde il muro del numero chiuso. Riempie il cuore di gioia questa sentenza, uno dei tanti piccoli passi necessari in questo Paese per riaffermare giorno per giorno i diritti costituzionali.

“L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento” dice la costituzione all’articolo 33, “I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.” recita all’articolo 34. Consapevoli di questo continueremo a batterci per un’Università aperta, libera e plurale, vera linfa vitale della nostra Italia.

Chiediamo al nostro Ateneo - si legge infine nella nota dell'Udu - di eliminare tutti i numeri programmati locali che ad oggi non hanno avuto altro effetto che rendere sempre meno attrattivo l’ateneo con la conseguenza di non vedere raggiunti neanche i contingenti programmati. Gli studenti hanno bisogno di poter studiare e la città dell’Aquila, come pure l’Università, hanno bisogno degli studenti.

Un ringraziamento agli studenti ricorrenti che hanno lottato fino a questo risultato e allo studio legale Bonetti-Dalia che ha curato il ricorso. Festeggiando questa vittoria, andremo avanti fino a quando questo Paese investirà nell’istruzione e nella ricerca quello che serve.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - L'Abruzzo ha la sua manifestazione in stile Expo. Ecco MADE in L'Aquila, maxi esposizione enogastronomica e artigianale. MADE, infatti, è l'acronimo di Musica Artigianato Degustazioni Enogastronomia. L'appuntamento con l'iniziativa, organizzata dall'associazione di promozione sociale Joint Actions in partnership con Confartigianato Chieti L'Aquila, è per il 29, 30, 31 maggio e 1 e 2 giugno 2019. Si tratta della prima di cinque edizioni.

Il programma e tutte le informazioni sulla manifestazione verranno illustrati domani, venerdì 5 ottobre, alle ore 10.30, nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà nella sala Rivera del Comune dell'Aquila.

Saranno presenti il sindaco, Pierluigi Biondi, l'assessore alle attività produttive, Alessandro Piccinini, gli organizzatori Andrea Di Mario e Roberto Altobelli della Joint Actions, il presidente e il vicedirettore generale di Confartigianato Chieti L'Aquila, Francesco Angelozzi e Pierluigi Arduini, il presidente territoriale dell'assocazione, Christian Corrado, e il responsabile Mobilità e Parcheggio L'Aquila - Terminal, Mauro Santilli.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - È ufficialmente tramontata la corsa del sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, alla candidatura alla presidenza della Regione Abruzzo per il centrodestra alle elezioni del prossimo 10 febbraio dopo che il tavolo nazionale nelle scorse settimane ha assegnato a Fratelli d'Italia l'Abruzzo nell'ambito della ripartizione delle regioni al voto nel 2019. Il primo cittadino ha affidato ad un post su fb il suo pensiero di continuare ad amministrare L'Aquila al termine di giorni febbrili di trattative e anche di incontri con il leader nazionale Giorgia Meloni, sua amica personale. In cui Biondi, inserito nella lista dei papabili dal coordinamento regionale, non ha ricevuto il placet da Roma. A pesare sulla decisione è stato anche il veto di Forza Italia, partito secondo cui quale ''Biondi deve rimanere a governare L'Aquila riconquistata da appena 15 mesi''. "Ringrazio ma vado avanti", scrive sul social network. "La decisione l'ho presa durante la riunione per organizzare i primi passi del decennale del sisma".

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Quattro giorni di conferenze, laboratori, dibattiti, concerti e spettacoli. Più di 300 ospiti, oltre 50 eventi daranno nuova vita a sale, teatri, piazze e università nel centro storico che dall’11 al 14 ottobre prossimi trasformeranno L’Aquila in un osservatorio dello stato di salute della partecipazione e della democrazia in Italia. È la terza edizione del “Festival della Partecipazione”, promosso da ActionAid Italia e Cittadinanzattiva in collaborazione con Slow Food Italia e il patrocinio del Comune de L'Aquila. Uno spazio inclusivo e aperto, nato nella città simbolo delle contraddizioni dell’Italia colpita dai terremoti, che vuole contribuire alla trasformazione del paese attraverso il ruolo attivo dei cittadini e la tutela dei loro diritti. 

A fare da traccia al Festival, il titolo scelto per il 2018: “Sogni, incubi, realtà. Democrazia e Partecipazione nell’era dell’incertezza”. Incertezza e paura che attraversano il nostro paese senza distinzioni e riguardano la vita presente e il futuro e che investono il lavoro, l’economia, l’ambiente, la qualità della vita, le regole alla base della cittadinanza e la possibilità dell’incontro con il diverso, le condizioni di eguaglianza, lo sviluppo culturale, soprattutto dei giovani. Sarà la comunità aquilana e abruzzese e i tanti cittadini attivi da ogni parte d’Italia e d’Europa a trovare risposte innovative divenendo protagonisti di tavole rotonde, incontri con i produttori del mercato contadino, maratone progettuali, lectio magistralis, proiezioni di documentari e percorsi partecipati. Il Festival è il luogo di incontro dove affrontare e discutere delle sfide come quella della produzione di “politiche pubbliche dei cittadini”, dei rischi come quello della “amministrativizzazione” della partecipazione civica, e delle opportunità come la ridefinizione del rapporto tra cittadini comuni e classi dirigenti.


Si inizia giovedì 11 ottobre alle 17.30 con l’inaugurazione del Festival con un incontro con Riccardo Fraccaro, Ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta e la “La Costituzione dei Cittadini” a cura del Comitato Scientifico con Giuseppe Cotturri, il costituzionalista che ha messo a punto un pacchetto di proposte per rafforzare nella Costituzione la dimensione partecipativa della democrazia. Tra gli eventi da segnalare:  quello dedicato al lavoro nelle ricostruzioni post sisma e il grande incontro per una politica pubblica della ricostruzione e dello sviluppo, dove arriveranno i protagonisti dei territori colpiti dai sismi degli ultimi 40 anni; “Vietato calpestare i sogni”, un workshop basato dove decine di giovani si confronteranno su esperienze di cittadinanza attiva; e inoltre  "Cittadini attivi per la trasparenza” che vedrà cittadini e organizzazioni civiche portare esperienze sull’accesso alle informazioni per promuovere la trasparenza come arma di contrasto alla corruzione. E ancora, documentari, un urban track nel centro città, i ristoranti, gli stand, il Parco del Castello, l’area bambini e relax per grandi e piccoli.

Il programma culturale sarà animato ogni sera da teatro e musica: si parte con lo spettacolo “Un atomo di Verità. Spettacolo in ricordo di Aldo Moro a 40 anni dalla morte” di Marco Damilano, il venerdì ci sarà Ascanio Celestini “Il nostro domani”, con il musicista Gianluca Casadei. Spazio alla musica di qualità con Dente e Colapesce insieme al disegnatore Alessandro Baronciani, Ciscoe I Dinosauri, Alberto Cottica e Giovanni Rubbiani, fondatori dei Modena City Ramblers in concerto. Domenica 14 ottobre la presentazione del nuovo libro di Michela Murgia, “L’inferno è una buona memoria”.

“La partecipazione è condizione e risorsa per una democrazia compiuta e di qualità. Con questo obiettivo, il Festival sarà anche quest’anno, come nelle edizioni precedenti, una piattaforma per riunire, far discutere e confrontare tutte le cittadine e i cittadini, le associazioni e i soggetti interessati a costruire un progetto alternativo, inclusivo, per riappropriarsi degli spazi civici. Una sfida che vogliamo raccogliere e rilanciare in un momento in cui la dialettica degli slogan ha oscurato in gran parte il dialogo informato e ragionevole” spiega Marco De Ponte – Segretario generale ActionAid.

"Il Festival è un luogo di incontro e confronto, promosso e realizzato dai cittadini, con cui vogliamo da un lato sottolineare, ancora una volta, come l'azione civica possa non solo produrre effetti nella vita reale, ma migliorare la stessa qualità della democrazia. Centinaia di persone verranno per raccontare le proprie esperienze, ispirarsi e imparare dalle altre, cercare soluzioni condivise. Un modo diverso di costruire la realtà insieme" dichiara Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.

Il Festival è promosso da ActionAid e Cittadinanzattiva, con il contributo di SlowFood. Main partner dell’evento è Roche Italia. Acqua ufficiale del Festival è Ferrarelle. Partner: Aboca, Novartis, Sanofi, Novamont, Mediaset, Sky, Whirpool.

Main Media Partner: La Repubblica. Media partner: Il Salvagente, Vita.

Con il contributo di: Fondaca, Forum Diseguaglianza Diversità, Gssi, Metis, Uisp.

Si ringraziano: Consulta Giovanile dell’Aquila, Croqqer, Facebook Italia, Festival dei Giovani, Nativa, Urban Center, The Jackal. Con il patrocinio di  Comune dell’Aquila, RAI, Università degli Studi dell’Aquila.

 

Pubblicato in Eventi

L’AQUILA - L’Abruzzo è una regione ricca di posti meravigliosi, tradizioni e cultura. In autunno, in particolar modo, in giro per l’Abruzzo – come leggiamo nella sezione Eventi in Abruzzo di Abruzzonews.eu - si possono scoprire tantissime attività uniche e divertenti che soddisfano anche i palati più esigenti, escursioni, visite, concerti, prodotti del territorio… autunno in Abruzzo significa divertirsi e mangiare bene in un lungo percorso che si snoda partendo dalla Marsica, passando per i Monti della Laga, delle Valli siciliane, del Vomano fino al Gran Sasso e alle colline di Pescara.

Il primo imperdibile appuntamento è in calendario per sabato 28 e domenica 29 ottobre con la festa della castagna che si svolge a Leofara di Valle Castellana. Qui i visitatori potranno immergersi nelle bellezze del paesaggio locale, ma anche dei gusti assaggiando il famoso marrone di Valle Castellana e tantissime altre tipologie di castagne. Saranno organizzate, inoltre diverse escursioni che vi porteranno alla scoperta dei luoghi dove crescono le castagne.

Un’altra sagra della castagna si trova poi nella Marsica lo stesso weekend e, nella manifestazione, ci sarà anche spazio per gli sportivi con la settima cicloturistica della castagna con tre diversi percorsi di differenti difficoltà, per grandi, piccini, esperti o meno. Gli appuntamenti proseguono poi domenica 29 ottobre a San Pio delle Camere a L’Aquila, qui si svolgerà la prima edizione di ciclo zafferano, una pedalata ecologica e storica attraverso i luoghi del dello zafferano in Abruzzo.

Altro grande appuntamento l’ha organizzato l’associazione “Le Città dell’Olio”, ovvero la giornata nazionale della camminata tra gli olivi con in programma diverse passeggiate nel cuore degli oliveti, visite ai frantoi e degustazioni d’olio. Sabato 28, invece a Chieti, potrete immergervi nella cultura dell’Abruzzo con la visita guidata alla Via Tecta dalle 4:00 alle 8:00 di sera si potrà effettuare questa visita, accompagnati dagli esperti del settore che illustreranno la storia romana di Chieti e di questa particolare via. Insomma, in autunno l’Abruzzo sembra letteralmente prendere vita, con tantissimi eventi e manifestazioni dedicate sia alla gastronomia che alla cultura e alla scoperta dell’ambiente di questa sorprendente regione.

Dal 19 al 21 a Civitella Roveto, torna l’appuntamento con Lungo le antiche rue: per tre giorni presso gli stand gastronomici appositamente allestiti lungo le stradine del centro storico (rue) si potranno assaporare i molti prodotti tipici della Valle Roveto; le cantine resteranno aperte fino a notte fonda, si potrà ascoltare musica dal vivo o assistere a spettacoli d giocolieri, artisti di strada e molto altro. Il 20 e 21 Senarica di Crognaleto Festa della castagna per far apprezzare a chi ancora non lo conoscesse il  Marrone di Senarica “Lu ‘Nzite”, per qualità uno dei migliori in Italia. Negli stessi giorni Sagra della castagna a San Felice d’Ocre con specialità culinarie a base di castagne e ricette tipiche della tradizione contadina, musica dal vivo e intrattenimento. Festa della castagna domenica 21 anche a Intermesoli di Pietracamela Festa della castagna. Presso gli stand si potrà gustare la castagna nei più svariati modi: arrostita, bollita, oppure come ingrediente principale di dolci e piatti tipici. 

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - "Con un incipit da telequiz nazionalpopolare il Sindaco dell’Aquila annuncia che intende restare alla guida del capoluogo, una città non più sua nei fatti per guerre interne alla maggioranza, per ambizioni personali, ma soprattutto per incapacità di visione e risultati, uniche e sole ragioni per le quali avrebbe voluto abbandonarla, comportandosi né più e né meno di un capitan Schettino qualunque. Sgrana, il sindaco, un rosario di sentimenti contrastanti che sembrerebbero narrare che la decisione di restare fosse realmente legata alla sua determinazione e non già, come oramai tutti hanno capito, alle decisioni di un partito e di una futura coalizione che mal ha digerito e soprattutto mal ha mai compreso la sua fuga in avanti". Inizia così una nota del Passo Possibile.

"I sentimentalismi di chi si è definito prima uomo di partito e poi Sindaco dell’Aquila - continua - oggi non incantano più nessuno; di certo non le maestre d’asilo, gli addetti alle pulizie del Piano Case, i dipendenti delle aziende partecipate, i commercianti del centro storico, gli studenti delle scuole, i residenti delle frazioni e quelli del Piano Case, i tifosi delle squadre della rugby e del calcio, tutti in cerca di una risposta a problemi reali incancreniti, disillusi oramai sulla rivoluzione annunciata ad inizio mandato.

Ricordiamo al sindaco Biondi che la forza di una candidatura a presidente non la fa la sua territorialità, ma la caratura e la qualità delle proposte. Non abbiamo mai assistito, in questi giorni di fine impero, ad alcuna idea di sviluppo delle aree interne, a tematiche innovative sulla sanità o sui trasporti, ma solo all’inseguimento tarantolato della candidatura a governatore. Quale viatico avrebbe potuto portare in Regione chi non è riuscito ad ottemperare per ora e con tempo alla fusione Ama Tua, chi non ha sposato per il bene della collettività neanche la Legge L’Aquila Capoluogo, unica cornice legislativa presente nel quadro regionale?

L’unico risultato della sua ambizione è stato quello di indebolire ulteriormente la figura del sindaco del Capoluogo di regione e la sua credibilità nei riguardi di un auspicabile rilancio del comprensorio aquilano. Sono oramai lontani i tempi nei quali il Sindaco sfidava l’opposizione 'nella mischia', nei quali si permetteva di citare trogoli e mangiatoie senza sapere che proprio in quelli infine sarebbe caduto".

"Adesso - termina il Passo Possibile - non rimane che il pronunciamento sull’anatra zoppa per sgravare questa Amministrazione dal peso di voler fuggire per non dover dare risposte ai cittadini".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Mercoledì 10 ottobre alle ore 18,15 prenderà avvio la stagione autunnale dei Mercoledì della cultura.

La divulgazione presso i cittadini del sapere e dei risultati della ricerca è un momento importante dell’attività universitaria. Per dare una nuova opportunità affinché la cittadinanza possa incontrare e dialogare con studiosi e ricercatori, l’Ateneo aquilano propone I mercoledì della cultura, presso l’osteria “Pantasima” in via Garibaldi 55.

A partire dalla formula del caffè culturale, si illustreranno in forma divulgativa questioni, opere e idee legate alla ricerca universitaria; inoltre si racconteranno recenti eventi, scoperte, premi internazionali nei vari settori della cultura umanistica, scientifica e tecnologica.

L’auspicio è di mettere al centro la cultura e la sua produzione in un linguaggio semplice ma non semplicistico, in un’atmosfera conviviale.

L’ottava stagione dei mercoledì della cultura, nell’autunno 2018, vedrà gli interventi di: Emmanuele Jannini, docente di endocrinologia e sessuologia all'Università di Roma-Tor Vergata, sui progressi nella sessuologia, dei quali l’Università dell’Aquila è stata protagonista. La “fotografia” del Punto G, le cause dell’eiaculazione precoce, la biologia della bellezza, gli studi sull’omofobia hanno contribuito allo sviluppo della sessuologia e alla sua integrazione negli studi di medicina. Abbiamo compreso che "fare l'amore fa bene all'amore" non è solo un proverbio da cioccolatino ma la rappresentazione dell'effetto dell'attività sessuale sulla produzione di testosterone. Ripercorreremo le tappe di questa storia di successo attraverso la vicenda di due incredibili, e affascinanti, amanti di un'altra epoca (10 ottobre 2018).

Leonardo Seghetti, docente di Chimica Agraria presso l'Istituto Tecnico Agrario "C. Ulpiani" di Ascoli Piceno, sulle colture di base della triade mediterranea. Dalla Itaca omerica al Mediterraneo del terzo millennio, la triade alimentare greca compie un viaggio emozionante che ci porta fino alle radici più profonde della cultura gastronomica che prenderà il nome di dieta mediterranea. Un racconto che parte da una società che chiama ‘madre’ la Terra e che riteneva sacril’olio, il vino ed il pane, perché sono questi i doni della natura da cui dipende la sicurezza alimentare di un popolo, in quella splendida sintesi di semplicità ed essenzialità che dà sostanza all’essere umano, ed arriva alla nostra più recente dimensione culturale (14 novembre 2018).

Matteo Guidotti, chimico all’Istituto di Scienze e Tecnologie Molecolari (CNR, Milano), sul ruolo della chimica nella Grande Guerra. La Prima Guerra Mondiale viene spesso ricordata come la “Guerra Chimica” per il triste primato dell’uso sul campo di battaglia di aggressivi chimici tossici su larga scala. In quegli anni però la Chimica contribuì allo “sforzo bellico” di entrambi i fronti, intervenendo in svariati ambiti. Dalla formulazione di carburanti per autotrazione, alla costruzione di lampade fotoelettriche, dalla sintesi di esplosivi sempre più potenti, alla produzione di idrogeno per dirigibili, pressoché tutte le più importanti scoperte scientifiche e tecniche dei primi anni del XX secolo sono state applicate, durante il conflitto, per scopi militari (12 dicembre).

Pubblicato in Arte e Cultura

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us