http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Ottobre 2018 - Radio L'Aquila 1
L'AQUILA - In mattinata cielo poco nuvoloso. Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi senza fenomeni di rilievo associati.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 23 gradi.

CAMPO IMPERATORE - In mattinata cielo poco nuvoloso. Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi con possibilità di qualche sporadica pioggia.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 13 gradi.
 
CAMPO FELICE - In mattinata cielo poco nuvoloso. Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi con possibilità di qualche sporadica pioggia.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 18 gradi.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Gli sviluppi della vicenda dei pedaggi autostradali sulla A24 e A25 saranno al centro della conferenza stampa che il presidente vicario della Giunta regionale, Giovanni Lolli, ha convocato per oggi, lunedì 8 ottobre alle ore 11, presso la sala Filomena Delli Castelli nella sede della Regione di viale Bovio a Pescara. Con il presidente vicario sarà presente il direttore generale della Giunta regionale, Vincenzo Rivera. Lolli illustrerà le importanti novità registrate sul fronte della vertenza pedaggi autostradali. 

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - La Giunta Regionale d'Abruzzo, come previsto dalla Legge Regionale n.55 del 2013 (Art. 40) ha emanato un nuovo bando per la concessione di contributi per eventi realizzati o da realizzare nel 2018, finanziati con un importo complessivo di 450.000 euro. Gli eventi ammessi a finanziamento saranno intesi come iniziative dirette della Giunta regionale per il 2018.

Nel dettaglio, il bando finanzierà al massimo il 70% delle spese preventivate per la realizzazione degli eventi, che dovranno avere le seguenti caratteristiche:

a) essere realizzati nel territorio della Regione Abruzzo;
b) essere realizzati nell'anno 2018;
c) essere finanziariamente sostenibili;
d) essere di riconosciuto valore artistico, storico e culturale e consolidata attività pluriennale;
e) avere nll'ambito della direzione artistica la presenza di una o più personalità di riconosciuto spessore culturale e manageriale a livello nazionale e/o internazionale nel settore di appartenenza;
f) essere coerenti con le finalità sancite nello Statuto della Regione Abruzzo e devono perseguire i seguenti obiettivi:
- valorizzazione e salvaguardia del patrimonio culturale, storico, artistico e letterario;
- crescita e sviluppo culturale del territorio;
- promozione e sostegno della storia e delle tradizioni artistiche e culturali abruzzesi.

Chi può partecipare - Possono richiedere il contributo enti pubblici o privati che la Giunta regionale, previa valutazione, riterrà meritevoli di adesione. 
Tali soggetti devo essere: 
1) da atto costitutivo o da statuto, senza scopo di lucro;
2) essere costituiti da almeno vent'anni;
3) avere sede legale nel territorio della Regione Abruzzo.

Come partecipare - Le istanze devono essere compilate utilizzando la modulistica apposita pubblicata sul sito http://www.regione.abruzzo.it/content/cultura-contributi-e-finanziamenti e riportata in basso (dettagli nell'art.6 dell'avviso).
Possono poi essere inviate secondo le modalità di seguito descritte:
a) tramite posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo dph003@pec.regione.abruzzo.it;
b) tramite raccomandata A/R o consegna a mano al seguente indirizzo:  Servizio Beni e Attività Culturali della Regione Abruzzo, Agenzia di Avezzano e Rocca di Mezzo, via Cavalieri di Vittorio Veneto, n.5 - 67051 Avezzano (L'Aquila).
Sulla busta contenente l'istanza o nell'oggetto della PEC dovrà essere riportata la seguente dicitura: : “Istanza per la presentazione di proposte di eventi o di programmi di evento - Anno 2018”.

Scadenza - Le domande dovranno pervenire entro le ore 13.00 dell'11 ottobre 2018. 

Informazioni - E' possibile contattare gli uffici del Servizio Servizio Beni e Attività Culturali ai seguenti recapiti:
Dott.ssa Annamaria Marziale 0863/1802801 – Responsabile Ufficio Agenzia di Avezzano e Rocca di Mezzo
Dott.ssa Michela Cambise 0863/1802800 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">apcavezzano@regione.abruzzo.it
Eventuali comunicazioni relative all'avviso saranno pubblicate sul sito http://www.regione.abruzzo.it/content/cultura-contributi-e-finanziamentiQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

Documentazione:
Avviso
All.1 - Istanza di contributo (vers. word)
All.2 Proposta evento / programma (vers. word)

Pubblicato in Politica

CANISTRO (AQ) - La casa di Cura Ini - divisione di Canistro (L’Aquila) - ha inviato una istanza ufficiale alla Regione Abruzzo per chiedere la pubblicazione di un bando per l’accreditamento “a parità di budget” di posti letto per riabilitazione e lungodegenza.

La dirigenza della clinica privata che fa parte del gruppo nazionale di proprietà della famiglia Faroni, dal febbraio scorso riconvertita in monospecialistica in Ortopedia e Traumatologia, nella nota richiama il piano sanitario regionale 2008-2011 che per i tutti i presidi sanitari interessati da processi di riordino di posti letto per acuti, prevede “unità operative di riabilitazione e lungodegenza per favorire il processo di assistenza ai pazienti che, esaurita la fase acuta, necessitano ancora di assistenza riabilitativa e di lungodegenza”.

La istanza è tesa a risolvere la problematica dei circa 25 esuberi di personale, tra cui medici, fisioterapisti ed infermieri, che è stata comunicata prima al sindacato e ribadita in una riunione presso la Prefettura dell’Aquila a fine dello scorso mese di luglio, alla presenza di rappresentanti della Asl provinciale dell’Aquila, della Regione, e degli stessi sindacati; esuberi causati proprio dalla riconversione prevista nella riforma Lorenzin, l’ex ministro della sanità.

Alla Ini di Canistro lavorano circa 150 persone. “Bisogna avviare rapidamente con i vertici dirigenziali della Asl provinciale dell’Aquila e della Regione - spiega il direttore delle risorse umane della Ini, Gabriele Cerratti - un confronto sulle modalità di soluzione della questione degli esuberi emersi per via della riconversione, individuando il percorso che permetterà di riassorbire il personale e allo stesso tempo dare ai cittadini un servizio sanitario più completo e con maggiore qualità assistenziale. È necessario, a parità di budget, accreditare posti letto di riabilitazione e lungodegenza - continua Cerratti - per completare la fase di cura e assistenza per i pazienti usciti dalla patologia acuta. Abbiamo anche chiesto l’autorizzazione e l’accreditamento per 80 posti di Residenza Protetta”.

Il dirigente dalla casa di cura chiede all’Azienda sanitaria e alla Regione “di dare celermente luogo ai processi amministrativi per arrivare alla firma della documentazione e all’avvio delle attività”. “La casa di cura, molto radicata nel territorio della provincia dell’Aquila e struttura che attrae pazienti dal resto dell’Italia, in particolare da regioni limitrofe all’Abruzzo, opera in un contesto sociale ed economico che non si può permettere di perdere posti di lavoro e, soprattutto, una flessione della qualità dell’offerta sanitaria”, conclude il direttore delle risorse umane.

Attualmente, la Ini è autorizzata all’esercizio dell’attività ospedaliera per una dotazione totale di 105 posti letto: 32 di ortopedia e traumatologia (accreditati), 2 urologia, 10 chirurgia generale, 10 neurologia, 40 riabilitazione e 10 di medicina generale.

Pubblicato in Politica

ROMA - "Davanti a un governo che impegna fondi e risorse per la messa in sicurezza delle autostrade che collegano l'Abruzzo a Roma, c'è chi diffonde l'ennesima fake news e propone solo attacchi strumentali". Lo affermano i parlamentari abruzzesi del Movimento 5 Stelle.
"Si sta lavorando per poter finalmente impiegare in tempi rapidi denaro pubblico che aiuterà la nostra regione a migliorare la qualità delle infrastrutture stradali che tutti percorriamo ogni giorno, cosa che in passato non è stata fatta.
I finanziamenti che per legge sono stati previsti non possono in alcun modo andare perduti in virtù del fatto che sono vincolati da impegni istituzionali. Il ministro Toninelli - proseguono - si sta muovendo in prima persona, mettendoci la faccia, ma dall'altra parte invece c'è chi vuole che in Abruzzo ci si fermi dietro discussioni sterili e di posizionamento politico. Per una volta i nostri avversari politici la smettano di essere anche avversari dei cittadini e pensino al bene comune". (ANSA).

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "Nessuna chiusura al traffico pesante" ma solo limitazioni peraltro "al vaglio" ma "da attuare di concerto con il ministero" dei 10 viadotti tenuti sotto particolare osservazione per le preoccupazioni sulla sicurezza espresse da tecnici e istituzioni, compreso quello 'Maccia Maura' in località Bugnara (L'Aquila), sulla Roma-Pescara, dove ieri il ministro per le infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli, ha fatto un sopralluogo.
È questa, secondo fonti interne a Strada dei Parchi Spa, la concessionaria delle autostrade abruzzesi e laziali A24 e A25, la strategia della stessa società per affrontare la questione sicurezza, anche alla luce del richiamo odierno di Toninelli che invita Sdp a chiudere o limitare il traffico sul viadotto nell' area peligna. La "misura massima" da adottare sempre d'intesa con il ministero è l'obbligo, sempre per gli autocarri, di utilizzo della corsia centrale nei 10 viadotti: in concomitanza con le verifiche ancora in corso e nell'imminenza dell'inizio dei lavori proprio per la messa in sicurezza dei viadotti.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - La Deputata Dem Stefania Pezzopane dell’Ufficio di Presidenza del Pd alla Camera e componente la commissione Ambiente, Lavori Pubblici ed Infrastrutture.

“Ho subito segnalato la questione all’ufficio legislativo del Pd ed ho preparato un dossier. E quindi immediatamente ho già predisposto un emendamento soppressivo per eliminare il vergognoso scippo di 200 milioni fatto ai danni di Abruzzo e Lazio. L’emendamento elimina la parte dell’articolo 16 del decreto Emergenze/Genova che inserisce a copertura degli interventi antisismici per Autostrade dei Parchi  due Delibere Cipe per gli interventi già programmati nei comuni abruzzesi. Vergogna! L’attivismo del Ministro Toninelli a passeggio sotto i viadotti era solo per coprire la verità di  una norma scandalosa fatta e pensata soprattutto per recuperare somme per i loro capricci e per le loro cambiale elettorali. Cosa fanno questi millantatori? Prendono due norme già esistenti e da me fortemente  volute, una del decreto mezzogiorno e l’altra della legge di bilancio 2018 che consente al concessionario di utilizzare anticipazioni della restituzione dei canoni e, fatta salva la prima anticipazione già realizzata dal Governo Gentiloni, per le altre anticipazioni trovano coperture con una riprogrammazione di fondi già assegnati all’Abruzzo e per i quali sono state già individuate le opere. Già il 4 ottobre è stato incardinato il decreto e la prossima settimana iniziano le audizioni in commissione ambiente in congiunta con la commissione Trasporti della Camera. L’emendamento è già pronto e sarà battaglia. Al governo giallo verde dico, trovate soldi nuovi, come per il ponte di Genova, come abbiamo fatto noi in precedenza, non prendete ad opere già programmate. E dopo lo scippo di 60 milioni per le periferie, arriva quest’altro regalo. Toninelli faccia fare i sopralluoghi ai tecnici ed ai professionisti, usi i droni magari, così fa pure prima, e torni al ministero per trovare una diversa copertura per gli interventi. Non si permettano di fare questi giochetti. Alla camera sara battaglia e battaglia dura”.

Pubblicato in Politica
Domenica, 07 Ottobre 2018 14:20

Muore allievo finanziere di 25 anni

L’AQUILA - Si accascia sul pavimento della camerata, davanti agli amici commilitoni, e muore. Purtroppo inutili i soccorsi immediati per Simone Sivo, 25 anni, morto all’interno della Scuola ispettori e sovrintendenti della Guardia di Finanza dell’Aquila ieri intorno a mezzogiorno. Il giovane allievo maresciallo, stando alla ricostruzione fatta in caserma, come riporta il quotidiano Il Centro, è stato subito soccorso dal medico e dall’ambulanza in servizio nella caserma, prima dell’arrivo del 118. Ma è stato inutile ogni tentativo di far ripartire il cuore.
L’allievo, originario della provincia di Napoli, è morto per un infarto o un aneurisma. Solo ipotesi, al momento. Sarà l’autopsia a fare chiarezza su questo dramma. La Procura dell’Aquila ha aperto l’inchiesta. Il 25enne non aveva mai avuto problemi di salute e su sollecitazione dei vertici della Finanza, si vuole sgombrare il campo da ogni dubbio..

Pubblicato in Cronaca
Domenica, 07 Ottobre 2018 12:45

Toninelli: "Chiudere traffico Bugnara-A25"

ROMA - Dopo "prime risultanze", dice il ministro Danilo Toninelli, in un video trasmesso su Facebook e girato sotto il viadotto di Macchia Maura (a Bugnara in provincia dell'Aquila, luogo ieri di un sopralluogo del ministro con un ingegnere ispettore del ministero), "scriveremo a Strada dei Parchi imponendo verifiche di sicurezza". "Nell'attesa" chiede a Strada dei Parchi "di intervenire per rendere questa struttura non pericolosa rimodulando il traffico, o limitandolo, o addirittura chiudendo il tratto". Il ministro sottolinea che la responsabilità di effettuare verifiche e o di interventi come "chiudere il traffico" è "l'ente proprietario, il concessionario". E ripete: chiediamo a Strada dei Parchi di "rimodulare,limitare, o chiudere il traffico perché per legge la responsabilità oggi spetta a questi signori qua".

Pubblicato in Politica

CAGNANO AMITERNO - Il segretario provinciale della Fillea Cgil dell’Aquila, Emanuele Verrocchi, è stato riconfermato alla guida del sindacato per altri quattro anni, nel corso del Congresso degli edili, che si è svolto oggi all’interno del cementificio Italsacci di Cagnano Amiterno (L’Aquila), “simbolo di anni di lotte per i circa 100 lavoratori”, la cui gestione dall’inizio dell’anno è passata dal gruppo Caltagirone all’Italcementi.

Molto partecipato, vista anche la presenza, oltre ai 70 delegati, dei vertici regionali e nazionali, l’evento in cui la categoria più importante del sindacato Cgil impegnata nel cosiddetto cantiere più grande d’Europa, ha fatto il punto sulla ricostruzione dell’Aquila e del centro Italia che coinvolge anche l’Abruzzo.

A tale proposito, Verrocchi ha denunciato lo stallo della ricostruzione pubblica, tra cui scuole ed edifici pubblici, accusando la politica di non fare “bella figura”.

“Tante gru, tanti cantieri, ma la ricostruzione pubblica arranca - ha spiegato -. Lo abbiamo denunciato per primi ad inizio estate, studiando i dati degli Uffici speciali per la ricostruzione. Certamente non una bella figura per il mondo della politica. Parliamo di scuole, presidi pubblici, case popolari”.

Non meno severa la opinione sulla condizione che si vive nei cantieri: “il sindacato vuole ripartire con la qualità nel ricostruire, la nostra attività quotidiana nei cantieri ci racconta di lavoro nero, lavoro grigio, precarietà (uomini e donne tra lavoro e non lavoro), irregolarità, fuga dal contratto edile”, ha denunciato ancora Verrocchi. Il riconfermato dirigente ha indicato strategia e rimedi: “la nostra arma principale è il nostro contratto nazionale che, dato il contesto in cui si è rinnovato lo scorso luglio, va difeso e fatto rispettare, oltre la reintroduzione del Durc Congruità, l'unico strumento che ci permette di controllare se le aziende rispettano le norme sui lavoratori”.

A proposito del Durc, Verrocchi ha fatto appello ai parlamentari abruzzesi perché nel cratere del terremoto dell’Aquila si ritorni al Durc Conguità, in vigore nel cratere del centro Italia, abolito dal primo gennaio 2017: “Nei cantieri del Centro Italia abbiamo vinto una battaglia, abbiamo il Durc per Congruità, che è stato abolito in quello dell'Aquila dal gennaio 2017. Abbiamo bisogno di tutti i livelli della nostra organizzazione, di categoria e confederale, perché non vogliamo essere dimenticati, gli operai hanno bisogno di tutele e di protezione. Facciamo appello in primis ai parlamentari abruzzesi di tutti gli schieramenti perché votino l'emendamento al decreto legge 55/2018 che reintroduce il Durc per congruità nel terremoto 2009”, ha chiarito.

In apertura dei lavori, il gruppo dirigente della Fillea ha inviato un augurio di pronta guarigione al segretario confederale Cgil della provincia dell’Aquila, Umberto Transatti, ricoverato in ospedale, dopo essere stato colto da malore, durante il congresso provinciale della Federazione Trasporti del sindacato, che si è svolto ieri all’Aquila.

Tra i relatori il componente nazionale della segreteria Fillea, Graziano Gorla: “Noi abbiamo bisogno di dare lavoro, soprattutto ai giovani. Non servono più i proclami da campagna elettorale, serve lavoro, dobbiamo occuparci dei lavoratori, che oggi hanno detto a gran voce cosa manca: un futuro, un sogno per questo Paese”, ha spiegato Gorla che ha aggiunto che “l’Italia viaggia, ormai da qualche anno, a tre velocità, non due. Questo perché ci si dimentica che c’è il Centro Italia, che è il cuore del Paese, completamente distrutto; già prima c’era lo spopolamento in atto, perché purtroppo la comunità si regge su un’idea che deve essere sostanziata da fatti concreti, da un’economia solida, dall’occupazione, dalla facilità di servizi”.

“Una situazione che oggi, a seguito dei terremoti del 2009, del 2016 e del 2017, rischia di essere un fenomeno che noi non riusciremo più a fermare”, ha chiarito, “il nostro settore è pervaso da diverse forme di illegalità: dal caporalato, al lavoro nero, alla poca sicurezza sui cantieri. Noi proviamo a fare una battaglia culturale, i giovani difficilmente riusciranno a trovare lavoro in questo modo, è questa la sfida che dobbiamo affrontare”, ha concluso Gorla.

Durante i lavori sono intervenuti anche Sandro Giovarruscio, direttore Inca Cgil Abruzzo, Silvio Amicucci, segretario generale Fillea Cgil Abruzzo, Valerio Smarrelli dell’Università di Bologna, che ha scritto una tesi di laurea sulle mafie in Abruzzo, con un capitolo interamente dedicato al sisma del 2009 e Roberto Aloisio, in rappresentanza del Gran Sasso Science Institute.

Amicucci ha voluto focalizzare l’attenzione sul tema pensioni: “Le misure messe in campo dal Governo come ‘quota cento’ non possono rappresentare una conquista, perché per gli edili non cambia nulla. Ad oggi abbiamo necessità di capire come si applica quota cento, c’è un punto fondamentale, se i Governi che si stanno succedendo continuano ad avere una linea nel marginalizzare il sindacato non c’è feeling che tenga, dobbiamo tornare in piazza a manifestare. Riappropriamoci del nostro sindacato”, ha dichiarato tra gli applausi il segretario regionale.

Sulla questione delle “donne nella ricostruzione” è intervenuta la componente della segreteria della Fillea Cgil della provincia dell’Aquila Cristina Santella: “A primo impatto questo sembra un settore fatto da soli uomini, ma non è così, ci sono tantissime donne ‘invisibili’, come le restauratrici, le impiegate nelle imprese, tante storie spesso non raccontate, donne che non fanno ‘numero’, spesso non contrattualizzate nel campo edile. Parliamo di mamme, sorelle e mogli che spariscono dai nostri organismi, che non si vedono, ma svolgono un lavoro fondamentale per la rinascita della città”, ha sottolineato Santella.

A chiudere la giornata è stata la presentazione del libro “La fabbrica che resiste” di Riccardo Lolli della Textus Edizioni di Edoardo Caroccia, che ricostruisce la storia del sito, ripercorrendo anni di lotte e incontri sindacali volte a salvare i lavoratori, le famiglie e l’economia dell’intero territorio, legata indissolubilmente al cementificio, dove in concomitanza si è svolto un partecipato open day, che ha portato in una fabbrica, negli anni scorsi al centro di polemiche per questioni legate a sicurezza, salute di lavoratori e popolazione, tante persone, tra cui molti bambini. 

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us