http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Ottobre 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - “Ringrazio gli amici abruzzesi che hanno fatto circolare il mio nome per la presidenza della Regione. E’ la seconda volta che ciò accade, la prima volta fu 18 anni fa ed a propormi fu l’allora leader di Forza Italia Dell’Elce. Ricordo la circostanza per ripetere ciò che dissi allora,e cioè che il mio rapporto privilegiato con l’Abruzzo non può sostituire il radicamento e l’esperienza di un dirigente cresciuto sul territorio. Allora trovammo tutti assieme il compianto Giovanni Pace, oggi spero che avremo la stessa fortuna e capacità nell’interesse di una Regione che un tempo fu vetrina e modello di un Mezzogiorno senza complessi di inferiorità”.

Lo scrive in una nota il presidente della Dc e vice presidente del gruppo di Forza Italia, Gianfranco Rotondi

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Si è concluso oggi, 30 ottobre, il ciclo di lezioni sulla sicurezza stradale tenuto dagli operatori della Polizia Municipale del comune di L’Aquila presso la scuola media “Carducci”.

Percepire la strada come bene comune, adottare comportamenti collaborativi e di reciproco riconoscimento, queste le principali finalità del percorso di educazione alla sicurezza stradale, coordinato dal dirigente del Comando Tiziano Amorosi, che ha visto la partecipazione delle classi terze.

Gli alunni hanno avuto l’opportunità di conoscere le figure istituzionali della strada e di familiarizzare con temi quali la percezione del pericolo stradale, le principali fonti di rischio e le abilità comportamentali per evitarle.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Manca un mese al termine della nona edizione del censimento nazionale dei luoghi da non dimenticare organizzato dal FAI - Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Ancora 30 giorni per votare i luoghi più amati e contribuire a tutelarli, valorizzarli o salvarli da degrado e abbandono con un gesto concreto.

Sono oltre un milione i voti ricevuti finora per più di 35.000 differenti “luoghi del cuore”, ma migliaia di persone si stanno ancora mobilitando per raccogliere firme a favore delle realtà territoriali a loro più care, con 224 comitati che a oggi si sono registrati sul sito www.iluoghidelcuore.it. Si tratta di dati parziali, visto che di solito negli ultimi giorni del censimento vengono consegnate al FAI molte raccolte voti, spesso in grado di ribaltare la classifica finale che verrà comunicata nel mese di febbraio 2019.

Doppio l’obiettivo che stimola a partecipare a questa iniziativa davvero unica e a compiere un gesto d’amore verso luoghi d’arte e natura bisognosi di cure e protezione: la realizzazione di un intervento diretto sulla base di specifici progetti d’azione per i primi 3 luoghi classificati, a cui verranno destinati rispettivamente 50mila, 40mila e 30mila euro, e per il bene vincitore della speciale classifica dei “luoghi d’acqua” a cui saranno assegnati fino a 20mila eurola visibilità ottenuta dai luoghi votati durante il censimento che, oltre a sensibilizzare la popolazione sull’importanza del proprio patrimonio e sulla necessità di una sua tutela e valorizzazione, può portare in alcuni casi alla nascita di collaborazioni virtuose tra società civile, associazioni e istituzioni del territorio e trainare così lo stanziamento di ulteriori contributi.

I luoghi che riceveranno almeno 2.000 voti potranno inoltre presentare una richiesta per un intervento sostenuto da FAI e Intesa Sanpaolo, secondo le linee guida che verranno diffuse nel 2019 dopo l’annuncio dei risultati e sulla base delle quali verranno selezionati i beneficiari di contributi economici fino a un massimo di 30mila euro. In totale, nel 2019, verranno messi a disposizione 400.000 euro.

Ecco i luoghi che in Abruzzo sono, per il momento, ai primi posti della classifica provvisoriaTrabocco turchino, Marina di San Vito (CH); Chiesa di San Panfilo, Villagrande di Tornimparte (AQ); Chiesa di Santa Maria in Valleverde, Celano (AQ).

C’è tempo fino al 30 novembre 2018 per votare i propri “luoghi del cuore”: un’occasione unica per esprimere il proprio amore per l’Italia e condividerlo con chi riconosce nelle bellezze del nostro Paese la propria identità. Ecco le modalità di partecipazione al censimento: sul sito www.iluoghidelcuore.it; raccolta voti su moduli cartacei (scaricabili dal sito www.iluoghidelcuore.it); nelle filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Dal 2004 Intesa Sanpaolo affianca il FAI in questa iniziativa a favore della tutela e della valorizzazione delle bellezze artistiche e naturali del Paese, ambito che vede il Gruppo impegnato in prima persona. A questo si aggiunge la capillare diffusione sul territorio italiano che asseconda la presenza ben distribuita della Banca in tutte le regioni italiane al servizio dei suoi oltre 12 milioni di clienti. Presso le filiali del Gruppo, come detto, tutti possono votare il loro “luogo del cuore” favorendo così l’opportunità di ricevere un’ulteriore assegnazione di 5.000 euro al luogo più votato in una filiale. Intesa Sanpaolo partecipa attivamente alla vita culturale del Paese: nel 2017 è stato insignito del titolo di Mecenate del XXI secolo nell’ambito dei Corporate Art Awards.

Il censimento è realizzato con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018.

Si ringrazia il Gruppo Editoriale Gedi per la concessione gratuita di spazi pubblicitari, che ci aiutano a diffondere l’iniziativa e la missione del Fai.

Rai è main media partner anche dell’edizione 2018 de “I Luoghi del Cuore” con Rai1 che ha promosso l’iniziativa con spazi dedicati in Uno Mattina Estate e con Radio1 che ha attivato un’ampia copertura con programmi del canale e servizi nei Gr.

Ulteriori informazioni sulle classifiche e sui beni votati sul sito www.iluoghidelcuore.it.

I luoghi in abruzzo ai primi posti della classifica provvisoria:

Trabocco turchino, Marina di San Vito (CH)

Il Trabocco turchino a Marina di San Vito (CH), antica macchina da pesca tipica delle coste garganiche, molisane e abruzzesi, completamente realizzata in legno, prende il nome dal vicino promontorio ed è uno dei più belli della costa di San Vito. Di proprietà comunale, del trabocco Turchino parla anche D'Annunzio nel suo Trionfo della morte. A due anni dal crollo, avvenuto nella notte tra il 26 e il 27 luglio 2014, il restauro eseguito ne ha consentito la rinascita. Tuttavia, oltre alla manutenzione della struttura lignea, è oggi importante conservare l’ambiente circostante dai fenomeni erosivi e il clivo tra la spiaggia e la strada sovrastante, che costituisce la via d'ingresso al trabocco. È inoltre necessario migliorare l'accessibilità del luogo, per consentirne una migliore fruibilità. Per queste ragioni, il comitato locale “Promozione Turchino” sta sostenendo la raccolta voti a favore del bene. 

Chiesa di San Panfilo, Villagrande di Tornimparte (AQ)

Di impostazione romanica la Chiesa di San Panfilo a Villagrande di Tornimparte (AQ) risale al XV secolo. La facciata è preceduta da un vasto sagrato delimitato da un portico affrescato; l'interno è asimmetrico e si presenta diviso da tre coppie di colonne in quattro navate con ingresso e zona absidale decentrati. Nell’abside si trova il grandioso ciclo di affreschi con storie della vita e della passione di Cristo del pittore abruzzese, Saturnino Gatti (1463-1518), seguace di Botticelli e allievo del Verrocchio, realizzato intorno al 1495. La volta dell'abside ospita la scena della Gloria di Dio: interessante il cartiglio con un rigo musicale, le cui note ripropongono perfettamente il canto gregoriano del Gloria in Excelsis Deo. Il ciclo di affreschi presenta ampissime zone di distacco, probabilmente causa dei lavori di consolidamento post sisma del 1985 e il colore degli affreschi è stato gravemente compromesso da un incendio negli anni ’60. Il comitato che si è attivato per la chiesa cerca di sensibilizzare sulla necessità di un restauro conservativo urgente.

Chiesa di Santa Maria in Valleverde, Celano (AQ)

La Chiesa di Santa Maria in Valleverde a Celano (AQ) è un esempio di edificio rinascimentale francescano della Marsica. Iniziata a metà del quattrocento, fu terminata e arricchita sotto i Piccolomini nel 1508, con il suo annesso convento dei Riformati di S. Giovanni da Capestrano, che arrivò ad ospitare fino a 50 frati, fino alla sua soppressione nel 1809. Sull'architrave del portale è l'Agnus Dei con stendardo dei Piccolomini e iscrizione con data 1508, nella parte alta della facciata emerge lo stemma dei sovrani di Aragona-Castiglia. L'interno è ad unica navata, con tre cappelle laterali affrescate e volta a crociera. Sulla parete destra sono esposte le due belle pale d'altare: quella della Natività di scuola umbro-senese dei primi decenni del '500; quella di Gesù e il Cireneo che è stata attribuita al famoso Giovanni Antonio Bazzi detto "il Sodoma" e datata al 1525-1530. I terremoti del 2009 e 2016 hanno fortemente danneggiato gli apparati pittorici, il comitato attivo per questo luogo pone l’attenzione sulla necessità di intervenire presto perché questi si conservino nel tempo.

 

Pubblicato in Arte e Cultura
Martedì, 30 Ottobre 2018 11:33

Flat tax ai prof che danno ripetizioni

L'AQUILA - Flat tax al 15% in arrivo per i professori che danno lezioni private. E' quanto prevede una misura contenuta nell'ultima bozza della manovra. "A decorrere dal 1° gennaio 2019 - si legge -, al compenso derivante dall'attività di lezioni private e ripetizioni, svolta dai docenti titolari di cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado, si applica una imposta sostitutiva dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali pari al 15 per cento, salva opzione per l'applicazione dell'imposta sul reddito nei modi ordinari".

I dipendenti pubblici che svolgono l’attività di insegnamento a titolo privato, nel rispetto delle norme vigenti, devono comunicare, si precisa, alla propria amministrazione di appartenenza "l’esercizio di attività extra professionale didattica ai fini della verifica di eventuali incompatibilità". "L’imposta è versata - si legge nel testo - entro il termine stabilito per il versamento dell’imposta sul reddito delle persone fisiche. Per la liquidazione, l’accertamento, la riscossione, i rimborsi, le sanzioni, gli interessi ed il contenzioso ad essa relativi si applicano le disposizioni previste per le imposte sui redditi". (ADNKRONOS)

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Diversi lotti di uova di gallina sono stati ritirati dal mercato per una possibile contaminazione da salmonella enteriditis, le uova provengono da un’azienda aquilana.

Il Ministero della salute invita i cittadini che avessero acquistato le uova a riportarle indietro. Il ritiro “per rischio microbiologico” riguarda uova fresche di due marchi prodotti dalla stessa azienda agricola, la Avicola Sagittario di Galante & C., nello stabilimento di Bugnara, in provincia dell’Aquila. Il ministero della Salute invita “a riportare le confezioni nei punti vendita di acquisto”.

Gli avvisi riguardano i lotti 08111, 1211, 1511 e 1911 di uova fresche allevate a terra a marchio Galantuomo, con scadenza 08/11/18, 12/11/18, 15/11/18 e 19/11/2018. Il secondo ritiro riguarda i lotti 151118/3, 171118/3 e 191118/3 delle uova da allevamento in batteria a marchio Avicola Sagittario con scadenze 15/11/18, 17/11/18 e 19/11/18. Il terzo richiamo riguarda i lotti 081118/3, 111118/3 e 131118/3 a marchio Avicola Sagittario, con scadenze al 08/11/18, 11/11/18 e 13/11/18.

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 30 Ottobre 2018 11:20

Arriva il bonus lavoro per laureati

L'AQUILA - In arrivo il bonus lavoro per le giovani eccellenze italiane. Ai datori di lavoro privati, si legge nella nuova bozza delle manovra, che, a decorrere dal primo gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2019, assumono con contratto subordinato a tempo indeterminato laureati, ovvero di dottori di ricerca, in possesso dei requisiti, verrà infatti "riconosciuto un incentivo, sotto forma di esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi Inail, per un periodo massimo di 12 mesi decorrenti dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8.000 euro per ogni assunzione effettuata".

L’esonero, si legge ancora, "è riconosciuto per le assunzioni a tempo indeterminato che riguardano: giovani in possesso della laurea magistrale, ottenuta dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019 con una votazione pari a 110 e lode entro la durata legale del corso di studi, prima del compimento del trentesimo anno di età, in università statali e non statali legalmente riconosciute, italiane o estere se riconosciute equipollenti in base alla legislazione vigente in materia, ad eccezione delle Università telematiche; giovani in possesso di un dottorato di ricerca, ottenuto dal primo gennaio 2018 al 30 giugno 2019, prima del compimento del trentaquattresimo anno di età, in università statali e non statali legalmente riconosciute italiane ad eccezione delle Università telematiche".

L’esonero, si legge ancora, "è riconosciuto anche per assunzioni a tempo parziale, purché con contratto subordinato di tipo indeterminato. In tal caso, il limite massimo dell’incentivo è proporzionalmente ridotto". L'esonero "si applica anche nei casi di trasformazione, avvenuta tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 dicembre 2019, di un contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato fermo restando il possesso dei requisiti previsti alla data della trasformazione. (ADNKRONOS)

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - La Fondazione Carispaq celebra lanniversario della fine della Grande Guerra. Il 3 novembre prossimo alle ore 16.00 presso la Sala Ipogea di Palazzo dellEmiciclo sede del Consiglio Regionale dAbruzzo si svolgerà il convegno LItalia della Vittoria, a cento anni dalla fine della prima guerra mondiale. Ospite lo storico e saggista Paolo Mieli, ex direttore del Corriere della Sera; ad affiancare il noto giornalista, sarà Fabrizio Marinelli ordinario di diritto privato allUniversità dellAquila di cui sono noti gli studi sulla storia del diritto moderno e degli usi civici. Il Convegno è riconosciuto e patrocinato dal Consiglio regionale dellAbruzzo.

Quasi centanni fa terminava il più grande conflitto mai visto. LItalia fu tra le potenze vincitrici. Una guerra terribile che dalla sconfitta di Caporetto, fino alla riscossa nazionale, che portò lItalia alla vittoria nel novembre del 1918, costò al Paese circa 680.000 morti e innumerevoli feriti e prigionieri. Il 4 novembre celebra la fine della guerra e commemora la firma dell'armistizio siglato a Villa Giusti (Padova 3 novembre) con l'Impero austro-ungarico, per far cessare il fuoco su tutto il fronte italiano. Sono passati 100 anni da quella storica e importante giornata, dove lEuropa intera per 1599 giorni, si trovò travolta da un conflitto sconvolgente nel quale consumò tutte le energie che aveva a disposizione, bruciando unintera generazione. Paolo Mieli ripercorrerà le vicende storiche che hanno portato alla guerra del 1915 1918, preceduto da un documentario di repertorio realizzato da Greta Salve, sua collaboratrice con immagini originali dellepoca e film datati che ne hanno narrato le vicende.A Caporetto, alla fine di ottobre del 1917, lesercito italiano fu travolto da quello austriaco e tedesco. Fu una rotta disastrosa e il nome di quella località divenne, non solo nei libri di storia, il simbolo di un disastro etico, politico oltre che militare.Disastro di cui si occupò una commissione dindagine istituita, il 12 gennaio 1918.A detta di Cadorna, salvo pochissime eccezioni, nei giorni di Caporetto il contegno delle truppe fu indegno. Ma a causare la disfatta, fu la viltà di alcuni reparti, che si sarebbero rifiutati di combattere preferendo lonta alla morte o fu Cadorna a gettare sui soldati la colpa del disastro? Fra le varie discipline scientifiche, la storia è quella più soggetta a un principio epistemologico fondamentale: se cambia langolo visuale, cambia anche linterpretazione del periodo analizzato. Nel suo ultimo libro «Lampi sulla storia. Intrecci tra passato e presente» (Rizzoli), Mieli elenca alcune di queste distorsioni e con lequilibrio teorico che lo contraddistingue, mostra come solo gli storici possano dare le adeguate risposte.

La storia - sostiene Paolo Mieli - richiede un grande esercizio di sottigliezza fra ragione critica e verifica documentaria, altrimenti si rischia leffetto di vedere la storia stessa capovolta. Bisogna contestualizzare il passato e non invaderlo alla luce del presente. Rosario Romeo, in polemica con il libro «Isonzo 1917» - nel quale Mario Silvestri aveva definito «grotteschi» gli ideali che avevano motivato la Prima guerra mondiale -scrisse che con lo stesso criterio «lintera vicenda degli uomini» potrebbe «apparire assurda e grottesca». Ma sarebbe doverosa una generale riserva metodica di fronte al patente anacronismo di giudizi come questi, nei quali ideali, interessi e aspirazioni del nostro presente, vengono assunti a criterio di valutazione di epoche e di uomini che non li conobbero e che si mossero invece sulla scia di altri interessi, aspirazioni e ideali.

Ad introdurre lintervento di Paolo Mieli e dialogare con lui sulle vicende storiche, sarà Il professore Fabrizio Marinelli, che ripercorrerà anche una breve storia del Battaglione alpini lAquila, leroico reparto che ha visto passare tra le sue file decine di migliaia di alpini abruzzesi e di altre regioni.

A margine del convegno lAssociazione nazionale alpini sarà presente con le divise originali della prima Guerra Mondiale e allinterno del Palazzo dellEmiciclo, nel giardino dinverno sarà allestita una mostra fotografica, curata da Walter Capezzali, che ripercorre la vita e le gesta di un aquilano: Dante Troiani medaglia dargento al valore militare per leroismo dimostrato durante il primo conflitto, un uomo generoso molto attivo anche negli anni successivi alla fine del conflitto nellassistenza dei reduci e degli invalidi di guerra.

 

Pubblicato in Arte e Cultura
Martedì, 30 Ottobre 2018 11:13

Il canone resta in bolletta

L'AQUILA - Il canone Rai resta in bolletta. La Legge di Bilancio 2019 conferma quanto stabilito dal governo Renzi in via sperimentale: la misura sarebbe dovuta scadere, infatti, il 31 dicembre 2018. Questo significa che il canone per l'anno prossimo sarà ancora diviso in 10 rate da 9 euro da gennaio a ottobre per un importo totale pari a 90 euro annui. Non cambia anche la soglia di reddito per l’esenzione degli over 75 pari a 8mila euro.

In proposito ricordiamo che l'imposta deve essere pagata da tutti i titolari di un’utenza elettrica. Il governo Renzi nel 2016, infatti, ha introdotto la cosiddetta 'presunzione di detenzione', dando per scontato fino a prova contraria che chi è titolare di un'utenza elettrica sia anche in possesso di un apparecchio televisivo. 

Per non pagare il canone Rai, quindi, bisogna inviare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione, che trovate sul sito dell’Agenzia delle Entrate, e in cui dichiarate che, nonostante siate titolari di un’utenza elettrica, non siete in possesso di un televisore. Questa va inviata entro gennaio 2019 per essere esonerati dal pagamento del canone per tutto l’anno, mentre chi lo fa nel periodo successivo sarà esonerato solamente per il secondo semestre.

Ci sono poi delle categorie che sono esonerate dal pagamento del canone indipendentemente dal possesso di un televisore: stiamo parlando ad esempio degli invalidi civili degenti in una casa di riposo, i militari delle Forze Armate italiane (solo quelli degli ospedali militari, nelle 'Case del Soldato' e nelle sale convegno), i militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato, oltre agli agenti diplomatici e consolari. (ADNKRONOS)

Pubblicato in Economia
Martedì, 30 Ottobre 2018 11:11

Terreni gratis a chi fa il terzo figlio

L'AQUILA - Spunta nella nuova bozza della manovra la concessione di terreni gratis alle coppie con il terzo figlio in arrivo. E' quanto prevede l'articolo della legge di bilancio relativo agli "interventi per favorire lo sviluppo socioeconomico delle aree rurali e la crescita demografica attraverso il sostegno alla famiglia". La misura prevede che il 50 per cento dei terreni demaniali agricoli e a vocazione agricola non utilizzabili per altre finalità istituzionali e il 50 per cento dei terreni abbandonati o incolti del Mezzogiorno siano "concessi gratuitamente per un periodo non inferiore a 20 anni ai nuclei familiari con terzo figlio nato negli anni 2019, 2020, 2021". La possibilità è estesa anche a "società costituite da giovani imprenditori agricoli" che riservano una quota societaria pari al 30 per cento ai nuclei familiari con il terzo figlio in arrivo.

Ai nuclei familiari che accedono alla misura è concesso, a richiesta, anche "un mutuo fino a 200.000 euro per la durata di 20 anni, ad un tasso pari a zero, per l’acquisto della prima casa in prossimità del terreno assegnato". Per finanziare il beneficio è istituito al ministero delle Politiche agricole, alimentari forestali e del turismo "un fondo rotativo con una dotazione finanziaria iniziale pari a 5 milioni di euro per l’anno 2019 e 15 milioni di euro per l’anno 2020". Per la gestione del fondo rotativo, si precisa, è autorizzata l’apertura presso la tesoreria dello Stato di un’apposita contabilità speciale. (ADNKRONOS)

 

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Nella cappella delle Anime Sante in piazza Duomo le sante messe per la solennità di Tutti i Santi avranno inizio domani, mercoledì 31 ottobre, con la prefestiva della ore 17,30.

Il 1° novembre le celebrazioni saranno alle ore 9,30 nella cappella Mater Consolationis e in forma solenne alle ore 11,00, 12,00 e 20,00 nella basilica minore di San Giuseppe Artigiano in via Sassa.

Venerdì 2 novembre, giorno della commemorazione di tutti i Fedeli Defunti, le funzioni, avranno luogo nella mattinata nella cappella delle Anime Sante alle ore 9,30, in suffragio per le vittime del terremoto, e alle ore 11,00 e 12,00.

Alle ore 18,00 del 2 novembre, l’Arcivescovo metropolita cardinale Giuseppe Petrocchi presiederà nella basilica di San Giuseppe la santa messa stazionale in suffragio di tutti i fedeli della diocesi defunti nel corso del corrente anno.

Al termine aprirà solennemente l’ottavario di preghiera per le anime del purgatorio.

L’ottavario, con la speciale preghiera per i defunti, proseguirà, nei giorni successivi, nella cappella delle Anime Sante dove, rispettando le condizioni stabilite dalla chiesa, sarà possibile ottenere l’indulgenza plenaria ogni giorno per un defunto diverso.

Durante l’ottavario, che si concluderà venerdì 9 novembre, le messe saranno secondo l’orario feriale e festivo.

Pubblicato in Varie

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us