http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Ottobre 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - "Imbarazzante il grande silenzio del governo nei confronti dei territori colpiti dal sisma 2009 che dal 1 novembre prossimo si ritroveranno a non aver più una struttura tecnica di missione nè per il cratere dell’Aquila nè per i comuni del cratere sismico se non si provvederà a nuove nomine". Così in una nota il gruppo consiliare L’Aquila Futura.

"Con il passare degli anni - rilevano - è scesa l’attenzione mediatica e politica sulla città, c’è stato un eccessivo avvicendamento delle figure tecniche che gestiscono la ricostruzione. La città ha pagato lo scotto di una mancanza di continuità negli anni e oggi potrebbe essere facile immaginare che non intervenendo con un provvedimento urgente di nomine i comuni non potranno liquidare alle imprese e ai liberi professionisti impegnati nella ricostruzione gli stati d'avanzamento e le parcelle maturate, ergo la ricostruzione potrebbe paralizzarsi".

"È essenziale procedere in questo senso - termina la nota - pensando però anche alle competenze e al merito e tenendo conto delle fasi ancora delicate che vivono i nostri territori. Saranno ancora molti gli anni di ricostruzione da affrontare, e i suoi effetti si faranno ancora sentire causando ulteriori disagi sociali, pertanto l'attenzione verso i cittadini ed i processi di rinascita di questo territorio deve essere sempre maggiore e costante".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Nell’ambito del 48° congresso nazionale della società italiana di psichiatria, sul tema “Salute mentale nel terzo millennio obiettivo guarigione: ricerca, innovazione, cambiamenti e limiti clinica”, svoltosi a Torino dal 13 al 17 ottobre scorsi, ha ottenuto un ottimo riconoscimento il gruppo di ricerca guidato dai professori Massimo Casacchia, Emerito di Psichiatria, e Rita Roncone, Ordinario di Psichiatria del Dipartimento di Medicina Clinica, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e dell’Ambiente dell’Università dell’Aquila (Mesva) e Direttore dell’Uosd Trattamenti Riabilitativi psichiatrici, Interventi Precoci (Trip) a direzione Universitaria dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila. La professoressa Roncone è stata rieletta per il prossimo triennio 2018-2021 nel comitato esecutivo della società italiana di psichiatria, la più numerosa e rappresentativa società scientifica italiana nel campo della salute mentale.

Nell’ambito del medesimo congresso, il gruppo di ricerca è stato premiato per il lavoro presentato dal titolo “Differenze di genere e insight cognitivo: confronto tra giovani utenti nelle prime fasi del disturbo psicotico e utenti con lunga durata di malattia”. Il premio, conferito in sede congressuale dal Presidente della Sip (Società Italiana di Psichiatria) Enrico Zanalda Direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Torino 3, è stato ritirato dalla dottoressa Laura Giusti, psicologa e assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi dell’Aquila, primo autore del lavoro di ricerca condotto con la collaborazione di Anna Salza, Donatella Ussorio e Annalisa Aggio.

Il lavoro dell’équipe di ricerca del Mesva studia come il genere possa influenzare i livelli di rigidità cognitiva, ossia la difficoltà di valutare e correggere i propri errori di ragionamento, nelle diverse fasi del disturbo psicotico, con impatto negativo sul funzionamento sociale. Il lavoro rappresenta, inoltre, un valido contributo alla ricerca sugli interventi riabilitativi nel campo della salute mentale.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - A Palermo la società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva (Siaarti) ha assegnato all’Università dell’Aquila e alla Asl Avezzano Sulmona L’Aquila il ruolo-guida, a livello nazionale, nel settore del dolore e cure palliative. Un lusinghiero riconoscimento scaturito dal 72° congresso nazionale della Siaarti, svoltosi nei giorni scorsi nel capoluogo siciliano, alla presenza di 3.000 delegati che hanno proceduto al rinnovo del direttivo per il triennio 2019-2021.

E’ stato eletto, in qualità di coordinatore nazionale, il professore Franco Marinangeli, referente della rete aziendale Asl delle cure palliative e terapia del dolore, istituita nel 2014, unico modello del genere in Italia a direzione universitaria. Un’idea innovativa che in pochi anni si è trasformata in una brillante realtà, imperniata su una sinergia-collaborazione tra struttura ospedaliera, Ateneo e territorio (caratterizzato da una collaborazione importante con i medici di medicina generale), con una grande attenzione per l’assistenza domiciliare che, nel 2017, ha consentito di assicurare più di 1.000 visite a casa dei malati affetti da dolore cronico oncologico o non oncologico di tutta la provincia. Un modello virtuoso che già negli anni scorsi aveva ottenuto il premio ‘Luzi’, di valenza nazionale, in ragione della qualità e dell’organizzazione del servizio di cure palliative e terapia del dolore della Asl provinciale. Il gruppo di lavoro di medici e infermieri, consolidatosi nel corso degli anni, ha permesso di raggiungere vette di produttività molto alte, sia dal punto di vista assistenziale che scientifico, facendo dell’Aquila uno dei poli più produttivi a livello nazionale sulle tematiche della medicina del dolore e delle cure palliative.

“Il riconoscimento ricevuto a Palermo”, dichiara Marinangeli, “è un premio a tutta la squadra di lavoro, universitaria e ospedaliera, che ha potuto lavorare nelle migliori condizioni grazie alla direzione strategica della ASL e dell’Ateneo aquilano che, nonostante la difficile congiuntura, ci hanno assicurato risorse e strumenti operativi all’altezza”.

All’interno della Rete aziendale ASL, tra l’altro, sono stati avviati progetti importanti che utilizzano tecnologie di trasmissione dati per migliorare l’assistenza dei malati, ridurre diseconomie e sfrondare i ricoveri in ospedale. Si sta lavorando su modelli molto innovativi di telemedicina, che sicuramente rappresenteranno il futuro della sanità anche in altri ambiti. Infatti, grazie a un contatto audio-video e per mezzo di particolari sensori, il medico dialoga a distanza col malato che si trova al proprio domicilio, controllandone parametri vitali, adeguandone la terapia ed evitando ricoveri impropri in ospedale. L’obiettivo è duplice: evitare al paziente lo stress da degenza ospedaliera e mantenere liberi i posti letto per riservarli agli acuti. Tra l’altro, sul fronte delle strutture territoriali attivate per i malati non più guaribili, la ASL provinciale di L’Aquila dispone di due hospice, uno all’Aquila (138 ricoveri nel 2017) e un altro a Pescina (93 ricoveri nel 2017) che costituiscono autentiche eccellenze nel settore.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - “Stiamo assistendo al delirio della politica abruzzese in vista delle prossime elezioni regionali. Tra chi non riesce a decidere neanche il candidato presidente e chi invece fa finta che le elezioni non ci siano, sperando di mascherare la propaganda di queste ultime settimane come attività istituzionale, nel tentavo di lasciare agli abruzzesi un ricordo migliore dello sfacelo fatto negli anni di presidenza D’Alfonso” commenta così il consigliere regionale e candidato presidente del M5S Abruzzo Sara Marcozzi, la situazione politica abruzzese che si sta delineando in questo periodo.

“La pantomima del centro destra sulla scelta di quale partito dovrà presentare il candidato presidente per la Regione Abruzzo sta degenerando in una barocca rissa a colpi di comunicati stampa che la dice lunga sulla compattezza della coalizione. Non riescono neanche ad accordarsi su come e con chi partecipare alle elezioni, che speranze hanno di governare compatti e con efficienze l’Abruzzo? E’ ormai una storia vecchia e nota agli abruzzesi: le accozzaglie elettorali, in cui partiti diversi si uniscono con il sorriso di cemento tentando di prendere più voti possibile, sono l’espressione di una politica vecchia che ha come scopo l’aggiudicazione del 'posto caldo' e niente di più. Ma in questi giorni qualcuno li ha sentiti parlare di programmi? Cosa vuole fare il centro destra per l’Abruzzo? Quali sono le priorità di questa regione? Non è dato saperlo, perché i suoi esponenti, dal parlamento all’ultimo dei comuni, sono impegnati in una pantomima, degna di una telenovela sud americana, per decidere chi deve comandare. Dall’altro lato il centro sinistra, dopo aver spianato la strada con la norma Salva Legnini, sente il terreno cadere sotto i piedi a causa dell’ultima esperienza al governo di questa regione, che ha portato il gradimento del centro sinistra abruzzese al minimo storico. Si cammina piano a sinistra, quindi, tentando di fare meno rumore possibile. A parte qualche uscita, su questa o quell’altra lista d’appoggio, sembrano navigare nel buio alla ricerca di qualcuno che voglia accollarsi il fallimento palese della giunta d’alfonsiana. Ed anche in questo caso guai a parlare di programmi ed iniziative per migliorare la qualità della vita degli abruzzesi. Il gioco è un altro per loro ed ormai non è più un segreto per nessuno. Insomma un vero e proprio caos che gli abruzzesi non meritano, e fa sorridere quando qualcuno di questi signori ha il coraggio di criticare il M5S. Noi abbiamo scelto da tempo lista e candidato presidente e siamo concentrati nell’unica cosa che interessa davvero gli abruzzesi: il loro futuro, un programma concreto e fattibile programma e iniziative per migliorare in Abruzzo il lavoro, le imprese, le strade, la sanità, lo sviluppo economico e la dignità. Siamo abruzzesi ed è questo il nostro compito”, conclude Sara Marcozzi.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Per i commercianti del centro storico dell’Aquila sono prioritarie le questioni dei parcheggi e della riapertura degli uffici pubblici e dell’ufficio postale. E’ netta inoltre la preferenza per la pedonalizzazione degli spazi dentro le mura, ed è urgente risolvere con efficacia le questioni riguardanti la videosorveglianza e l’illuminazione.

Sono alcuni dei dati emersi dall’indagine “Conoscere per realizzare”, curata dal Partito Democratico dell’Aquila. Oggi in conferenza stampa sono stati presentati i risultati dell’indagine che si è svolta attraverso un questionario a cui hanno risposto i commercianti delle attività diurne del centro storico del capoluogo. “Conoscere per realizzare - spiega Riccardo Persio, responsabile attività produttive del Pd aquilano e coordinatore del progetto - è una iniziativa di coinvolgimento popolare delle attività commerciali che parte dal centro storico dell’Aquila e si allargherà a tutto il comprensorio aquilano ascoltando la popolazione e i diretti interessati, per creare proposte  che partano dal popolo e che non siano imposte dall’alto”.

Sono state individuate cinque macroaree (parcheggi, riapertura uffici pubblici, sicurezza, sottoservizi e manutenzione del centro), ed è stato chiesto ai 116 responsabili delle attività di ordinarle per importanza. Poi, in una successiva fase, attraverso una scala da 1 a 10 i commercianti hanno valutato proposte specifiche. Tra le tendenze che sono emerse, la richiesta di pedonalizzare il centro (media di 7 su 10 a domanda specifica) e la stragrande maggioranza degli intervistati che ritengono indispensabile un sistema di videosorveglianza efficace e che si dichiarano “non soddisfatti” o “poco soddisfatti” del sistema di illuminazione. Molto alto, attorno ai nove decimi di media, il coefficiente di rilevanza assegnato dagli intervistati alla riapertura degli uffici comunali e dell’ufficio postale e al recupero della struttura del convitto.

Il segretario del Pd dell’Aquila Stefano Albano tira le fila: “L’indagine è nel solco delle iniziative di ascolto che rientrano in agenda città, in percorso intrapreso dal Pd dell’Aquila. E’ emersa la scarsissima predisposizione all’ascolto da parte dell’amministrazione, dei commercianti che abbiamo interpellato molti avevano chiesto confronto all’amministrazione, senza esito. In tanti hanno voluto spendere più tempo dei pochi minuti necessari alla compilazione del questionario, proprio perché evidentemente sentivano il bisogno e l’esigenza di confrontarsi”. Albano sottolinea alcuni aspetti dei risultati: “Emerge nettamente la mancanza di programmazione delle azioni in centro storico: l’illuminazione è disomogenea, non è chiara la strategia per la pavimentazione, le attività soffrono di un mancata regolamentazione e comunicazione del calendario della viabilità, soggetta a numerose modifiche a causa dei cantieri. E’ avvertito il disagio per costi dovuti per fitti molto disomogenei e fortissima la richiesta di pedonalizzare il centro storico, a cui si contrappone l’assenza di una pianificazione larga e strategica: ad esempio l’amministrazione non dà segni di vita sul piano regolatore generale, nonostante le nostre sollecitazioni, anche attraverso una interrogazione, ed esponenti della Giunta e della maggioranza in Consiglio comunale come Mannetti e Silveri discutono sui progetti a mezzo stampa”. Il seguito di questa iniziativa, ha spiegato il segretario del Pd dell’Aquila, sarà un insieme di proposte per il centro storico che sarà al centro di iniziative pubbliche e di iniziative in Consiglio comunale.

Il segretario del circolo del Pd dell’Aquila centro Maurizio Capri considera l’indagine “una base di partenza. In generale possiamo dire che  è emerso l’immobilismo dell’amministrazione. Possiamo dire di avere avuto la capacità e il coraggio di andare a parlare con persone che si sentivano abbandonate, riprendere dal basso le problematiche, prendendoci anche delle critiche. Complessivamente c’è soddisfazione per la partecipazione”.

Quirino Crosta, segretario del circolo del Pd di Sassa, ha garantito l'impegno perché una delle prossime tappe del percorso si svolgano in quella frazione.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Anche quest’anno torna l’appuntamento con il Concerto di Halloween, evento musicale che segna il primo appuntamento della stagione 2018-2019 del Circolo Giovani Amici della Musica nell’ambito del cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”.

Ogni anno il Circolo Gam ha proposto per questa occasione eventi che hanno coinvolto giovani artisti del comprensorio aquilano ed abruzzese per repertori originali che hanno attirato un folto pubblico giovanile. Per questa occasione, mercoledì 31 ottobre, presso l’Auditorium del Parco con inizio alle ore 18, si è scelto di proiettare il film “Il fantasma dell’opera” di Rupert Julian del 1925, tratto dall’omonimo romanzo di Gaston Leroux e considerato uno dei primi in pellicola del genere horror.

La proiezione è accompagnata dall’esecuzione live delle musiche realizzate da Riccardo La Chioma e Cristian Paolucci, su commissione dello stesso Circolo Giovani Amici della Musica, composte nell'ambito del Corso di Composizione per Immagini tenuto dal Maestro Carlo Crivelli presso il Conservatorio "Alfredo Casella" dell'Aquila, Conservatorio che collabora con il Circolo Gam e la Barattelli, anche per la realizzazione dell’evento.

Nell’ensemble strumentale sono coinvolti tutti giovani musicisti: Luca Giuliani al clarinetto, Giovanni D’Eramo al contrabbasso, Marco Crivelli alle percussioni, Gabriele Pro al violino, Carlo Ferdinando de Nardis all’organo con la direzione di Simone Blasioli.

“Linguaggi diversi e tecniche compositive distanti tra loro si mescolano fino a diventare un’unica colonna sonora integrata con l’immagine”, così Riccardo la Chioma presenta il lavoro realizzato che sarà presentato in questa speciale occasione che risulta essere una prima esecuzione assoluta.

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - Il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, ha inviato una nota al sindaco di Roma, Virginia Raggi, per chiedere chiarimenti e delucidazioni rispetto all'ipotesi di delocalizzazione del terminal bus, attualmente situato in zona Tiburtina, all’interno del nodo Anagnina.

"È legittimo compiere scelte che incidano sugli assetti della città, ma segnalo come, nel caso specifico, si tratti di una decisione che, se attuata così come riportata dai media, potrebbe avere ripercussioni negative su centinaia di pendolari che quotidianamente dall’Aquila si recano a Roma. - ha scritto il sindaco Biondi al primo cittadino della Capitale - Oggi, lavoratori e studenti, una volta giunti a destinazione con il pullman al terminal Tiburtina, possono agevolmente accedere sia al servizio di metropolitana sia a quello ferroviario, in considerazione della strategicità che l’hub riveste per il sistema di trasporti romano e nazionale. Qualora, invece, si concretizzasse lo spostamento negli spazi prospettati, i viaggiatori sarebbero costretti a ricorrere all’utilizzo della Metro A per raggiungere lo snodo ferroviario e le ulteriori, rispettive destinazioni, con conseguente allungamento dei tempi di percorrenza. Una penalizzazione che, ovviamente, graverebbe anche sul percorso inverso".

Pubblicato in Politica
Martedì, 30 Ottobre 2018 12:47

L'Aquila: i lavori del consiglio provinciale

L'AQUILA - Si è riunito a L’Aquila il consiglio provinciale che ha proceduto ad approvare il bilancio consolidato relativo all’esercizio 2017. Il presidente Angelo Caruso ha espresso soddisfazione, registrando una situazione finanziariamente sana per l’ente che consentirà il raggiungimento degli obiettivi programmati.

E’ stata inoltre approvata una risoluzione, promossa dal consigliere provinciale Alfonsino Scamolla, a sostegno della candidatura a patrimonio immateriale Unesco della festa di San Domenico Abate e del rito di Cocullo. “Il rito dei serpari è una eccellenza culturale abruzzese - ha affermato Alfonsino Scamolla - nota in Italia ed all’estero, e la tradizione di San Domenico è riconosciuta in 13 comuni abruzzesi, costituitisi in rete. A sostegno di questa proposta sono state raccolte oltre duemila firme ed adesioni di numerosi enti ed istituzione del territorio”.

Approvata poi ad unanimità una mozione urgente riguardante l’Ufficio Speciale Ricostruzione del Cratere (Usrc) di Fossa, proposta dai consiglieri provinciali Fabio CamilliPierluigi Del SignoreLelio De Santis e Vincenzo Calvisi che impegna il Governo a porre in essere provvedimenti urgenti per garantire la funzionalità degli uffici, considerata la scadenza sopraggiunta dell’incarico del titolare ad interim Raniero Fabrizi. “Rischiamo da novembre la paralisi totale dei procedimenti su tutto il cratere 2009 - affermano i consiglieri proponenti - cosa che va assolutamente scongiurata, e che avrebbe pesanti ricadute sui cittadini e sulle imprese. Occorre pertanto garantire la continuità di funzioni, sino a designazione del nuovo titolare”.

E’stata infine deliberata la concessione in convenzione di locali di proprietà dell’ente ubicati ad Avezzano in favore del Gal Terre Aquilane, consentendo in tal modo all’ente Gal di svolgere attività a supporto del sistema produttivo del territorio.

A chiusura lavori, il consiglio provinciale ha omaggiato di una targa l’ingenere Francesco Bonanni, dirigente del settore viabilità, per il collocamento in pensione dopo 38 anni di carriera: “A nome di tutta l’amministrazione provinciale - ha dichiarato il presidente Caruso - saluto e ringrazio uno dei dirigenti più preparati della storia dell’ente, che ha raggiunto dei più alti traguardi di professionalità”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Giovedì 1 novembre solennità di Tutti i Santi il cardinale arcivescovo Giuseppe Petrocchi presiederà la santa messa alle ore 11.30 nella chiesa parrocchiale di S. Rita in via Strinella.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, alle ore 15, celebrerà la messa per tutti i fedeli defunti nella tenda chiesa della parrocchia di S. Maria del Soccorso posta all'ingresso del cimitero cittadino.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Le feste natalizie si avvicinano e molti italiani non vedono l’ora di partire e stanno pianificando qualche giorno di vacanza. E dopo aver letto i risultati dell’ultimo sondaggio del potente motore di ricerca di voli e hotel www.jetcost.it la maggior parte di loro sarà ancora più impaziente di arrivare alla data della partenza. È emerso, infatti, che il 63% degli italiani durante le vacanze fa l'amore molto di più che a casa, addirittura il triplo rispetto alla routine quotidiana.

Il team di Jetcost ha realizzato l'inchiesta come parte di uno studio più articolato sulle relazioni degli europei con i loro partner durante le brevi fughe e le vacanze più lunghe. Il sondaggio é stato fatto su 3.000 passeggeri (500 per ogni nazionalità tra inglesi, spagnoli, italiani, tedeschi, portoghesi e francesi) di età superiore ai 18 anni, con una lunga relazione e almeno un viaggio fatto da soli con il proprio partner, negli ultimi dodici mesi.

Inizialmente, a tutti gli intervistati è stato chiesto quale fosse la durata media della loro vacanza quando viaggiano in coppia, da soli con il proprio compagno/a, e la media è risultata di 10 giorni. A quelli che hanno dato questa risposta, è stato poi domandato se pensavano di poter trascorrere due settimane (14 giorni) insieme in vacanza solo in due, e il 40% ha detto di sì, mentre il restante 60% si è dichiarato perplesso, convinto di finire sicuramente a discutere, una volta esauriti gli argomenti di conversazione, o per annoiarsi l'uno dell'altro.

A tutti, inoltre, è stato chiesto se la relazione di coppia fosse migliorata "in generale" durante le vacanze, e quasi tre quarti degli intervistati (il 71%) ha affermato di "sì”. Volendo andare un po' più nel dettaglio, la domanda successiva è stata di spiegare il motivo o in che cosa il rapporto fosse andato meglio dopo una vacanza con il proprio partner e le risposte più comuni sono state: abbiamo potuto godere maggiormente della reciproca compagnia, senza interferenze esterne (65%); abbiamo fatto l’amore molto di più in vacanza che a casa (63%); ci siamo trovati d'accordo su tutto, dal come trascorrere il nostro tempo, alla scelta dei luoghi da visitare, sul cosa fare, ecc.; abbiamo potuto sperimentare nuove cose e creare nuovi ricordi insieme (45%); abbiamo parlato di più che a casa (33%).

Infine, a coloro che hanno dichiarato di aver fatto di più l’amore durante le vacanze, è stato domandato anche quante volte più o meno lo fanno a casa nell’arco di dieci giorni e la media è risultata due volte; durante le vacanze, invece, la media è risultata di sei volte. Esattamente il triplo.

E quando gli è stato chiesto quale secondo loro fosse il motivo, gli intervistati hanno elencato queste ragioni principali: essendo soli, abbiamo più tempo libero per farlo (38%); in vacanza si crea tra noi un'atmosfera più rilassata e romantica (27%); durante le vacanze beviamo più alcolici che a casa, quindi ci lasciamo andare e perdiamo un po’ di inibizioni (17%).

Un portavoce di Jetcost ha dichiarato: “È bello sapere che le vacanze e le brevi fughe dalla quotidianità sono il momento perfetto per le coppie italiane per riaccendere la passione, ritrovarsi e dedicarsi un po’ al loro rapporto di coppia, a volte trascurato quando si è a casa. Pochi giorni da soli, senza interferenze esterne da parte di amici o bambini, possono fare una grande differenza nelle relazioni e consentono di ritrovare l’armonia con l’altro”.

Pubblicato in Varie

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us