http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Marzo 2017 - Radio L'Aquila 1

AVEZZANO (AQ): - Domenica 2 e domenica 9 aprile, il MeetUp Amici del Movimento 5 Stelle di Avezzano sarà in piazza Risorgimento per un appuntamento dedicato ai libri e alla cultura. L'obiettivo è raccogliere fondi per donare 50 nuovi libri alla biblioteca dell'Agenzia di Promozione Culturale della Regione Abruzzo di via Cavalieri di Vittorio Veneto. I cittadini potranno fare una offerta libera in cambio di un libro usato, oppure potranno adottare uno dei 50 libri individuati per la donazione offrendo la somma necessaria per acquistarlo. Fino al 20 aprile sarà possibile partecipare all'iniziativa anche presso il Cantiere delle Idee di via Trento 11.

“Lo scorso 20 febbraio”, afferma Giorgio Fedele, “il presidente nazionale dell’AIB, Associazione Italiana Biblioteche, e il presidente dall’AIB Abruzzo, hanno scritto una lettera aperta al presidente della Regione Abruzzo per segnalare lo stato di grave abbandono delle biblioteche pubbliche. Negli ultimi 5 anni, in Abruzzo è stato chiuso il 55% dei servizi bibliotecari. Per questo, abbiamo deciso di realizzare un'iniziativa a favore dell'unica biblioteca pubblica da tempo attiva in città. L'obiettivo è sensibilizzare cittadini ed Amministratori affinché insieme si possa procedere al recupero della biblioteca comunale il cui patrimonio conta 15 mila volumi, fra i quali alcuni di pregio assoluto. Recupero promesso dall'attuale Amministrazione ma ad oggi mai attuato”.

I libri donati andranno a costituire una sezione dedicata alla bioeconomia.

“Avezzano e la Marsica sono immerse in una crisi epocale”, aggiunge Francesco Eligi, “per uscirne servono idee nuove e una cultura politica capace di attuarle. I libri che doneremo alla biblioteca di Avezzano sono stati scelti in modo da affrontare il delicato tema di uno sviluppo locale durevole e sostenibile”.

“Cultura e informazione”, aggiunge Eligi, “sono essenziali per il cambiamento. Gli attivisti di Avezzano stanno individuando e analizzando le esperienze economiche più innovative e interessanti del territorio, che vanno nella direzione di una nuova economia attenta a problemi sociali e ambientali. Sono decine le attività, avviate spesso da giovani, che vanno promosse e sostenute invece di essere ostacolate con tasse, burocrazia e servizi inefficienti. Il 20 aprile, durante la cerimonia di consegna dei libri alla biblioteca, presenteremo un rapporto su queste realtà e su questa nuova forma di economia”.

“Ai cittadini di Avezzano”, conclude Giorgio Fedele, “chiediamo di aiutarci a donare cultura per costruire insieme una nuova Avezzano e promuovere una nuova idea di sviluppo locale”.

Pubblicato in Arte e Cultura
Venerdì, 31 Marzo 2017 18:48

Tradizioni: Pane e cioccolata

L’AQUILA – di Antonella Marinelli - "Pane e cioccolata, / che mangiate in quelle sere / di ottobre fra le zinnie / e i gatti in amore". (Dacia Maraini)

Cioccolato: sostantivo maschile (come sia diventato femminile nel corso dei tempi non ci è dato saperlo, oppure sì? [ndr])

Prodotto alimentare di elevato valore energetico (500-600 calorie ogni 100 gr), essenzialmente costituito da una miscela di zucchero e cacao ( c. fondente ), con eventuale aggiunta di latte in polvere e burro di cacao ( c. al latte ), messo in commercio sotto forma di tavolette, cioccolatini, pani, oppure in polvere.

Questa è la definizione della parola "cioccolato" nel vocabolario della lingua Italiana.

Noi sappiamo che non è così.

Il cioccolato è materia viva, ha il suo respiro, il suo linguaggio, il suo battito interiore. Da bambini la mangiavamo di nascosto dalla mamma, ci veniva data a scuola come premio, era oggetto di "fioretti" quando volevamo far realizzare un desiderio (niente cioccolata per tre mesi se mamma mi fa andare al mare con gli amici, se sono promossa, se incontro quel tipo tanto carino...), segna una pausa, ti ascolta quando pensi ad alta voce...

"Solo quando si sente oggetto di intima attenzione, e solo allora, esso cessa di ammaliar la gola e si mette a dialogare con i sensi"; questo scriveva nel 1872 Alexander Von Humboldt, naturalista tedesco e sfido chiunque a  contraddirlo.

Noi Europei dobbiamo ringraziare ancora una volta Cristoforo Colombo che, nel 1502, di ritorno dai suoi viaggi nelle Americhe,  ce lo fece assaggiare per la prima volta e di lì a poco troviamo parole scritte sul cioccolato dai classici della letteratura di viaggio agli epistolari e poesie di genere settecentesche, dai grandi dell'ottocento ai più recenti diventati ormai parte integrante della nostra immaginazione.

Non ditemi di  non aver pensato  a Willy Wonka e Chocolat  perché non vi credo!

La bibliografia cioccolatosa è ricca e variegata e ce n'è, come si dice,  per tutti i gusti: in tazza calda e fumante, amara e piccante, dolce e vellutata, sotto forma di torte, creme, dentro invitanti forme di cioccolatini, tavolette, bon bon, e io? Chi sono io per non lasciarmi trascinare dalla tentazione di provare a fare qualcosa che plachi la mia "voglia di buono"?

Cioccolato spalmabile bianco e nero per la gioia di tutti.

Ho iniziato dalle tavolette di bianco e fondente 300gr di ogni tipo; 200gr di nocciole tostate e private della pellicina e 100 gr di zucchero di canna per ogni tipo. Frullare prima le nocciole con lo zucchero e, quando saranno diventate cremose, aggiungere poco alla volta il cioccolato a pezzi diluendo il tutto, un po' alla volta, con un bicchiere di latte freddo. Quando il composto diventerà cremoso versarlo in  una pentola e lasciarlo pastorizzare a bagno maria per 30 minuti mescolando con una palettina di legno

Invasare e chiudere ancora calda affinché si formi il sottovuoto.

Per una pausa "coccole"  propongo la versione "chips di mela", delicata e sfiziosa...

... e per una vera merenda pane e cioccolata.

 Insieme a pane burro e zucchero non credo  esista gioia più grande al mondo. 

Convenite con me vero? Come dite? L'Amore?... Sopravvalutato. Da un punto di vista biochimico non è diverso da una grande scorpacciata di cioccolata. Al Pacino docet.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA: - Una carta d’identità per “leggere” la salute strutturale degli edifici strategici dei comuni abruzzesi: scuole, chiese, musei, ospedali, ponti e altre strutture sensibili, in base al progetto di legge presentato dal Consigliere regionale Leandro Bracco, saranno dotati di un documento unico che informi i cittadini sull'effettiva sicurezza sismica della costruzione. Il pdl di Bracco rilancia l’obbligatorietà della verifica di vulnerabilità degli edifici, previsione già contenuta in un’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri risalente al 2003.

“L’obbligo previsto – spiega l’esponente di Sinistra Italiana – è stato ampiamente disatteso e sono pochissimi gli edifici strategici che, a oggi, hanno effettuato la dovuta verifica di vulnerabilità sismica”.

“Tale situazione di lassismo non può protrarsi oltre – incalza il Consigliere – e la presente proposta legislativa intende eliminare tale lacuna attraverso l’istituzione della carta d’identità strutturale dell’edificio strategico (CISES) in cui saranno annotati l’indice di vulnerabilità sismica (o meglio l’indicatore di rischio sismico) dell’immobile in oggetto previa esecuzione della valutazione di vulnerabilità sismica e tutte le risultanze derivanti dalla valutazione predetta”.

La CISES, secondo le indicazioni del progetto di legge, andrà obbligatoriamente pubblicata sul sito istituzionale del soggetto proprietario dell’immobile in modo che i cittadini possano sapere se, ad esempio, la scuola in cui manderanno i propri figli sia sicura o meno in caso di terremoto. La legge concede due anni ai proprietari degli immobili per adeguarsi alle direttive ma nel caso in cui gli edifici non vengano dotati di CISES entro il periodo considerato, i soggetti interessati perderanno la possibilità di ottenere finanziamenti regionali e vedranno sospesi anche quelli in corso.

“In Abruzzo – conclude Leandro Bracco – la maggior parte dei 305 Comuni che la compongono si trova in zone ad alto rischio sismico. Tale situazione impone, per non rivivere il dramma del 2009, di investire nella prevenzione e nella messa a norma degli edifici. L’esperienza ci ha drammaticamente insegnato che il terremoto non provoca morti ma sono le abitazioni e gli edifici che crollano a uccidere le persone. La proposta di legge vuole dare un contributo utile a porre fine al lassismo sul tema della prevenzione sismica e fornire un potente e incisivo strumento di trasparenza ai cittadini”.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA: - Danilo Taddei, presidente e amministratore delegato della Taddei Spa, società di punta del Gruppo Edimo dell’Aquila, specializzata nelle grandi realizzazioni edilizie, si è dimesso dal suo incarico in seguito al divieto temporaneo di esercitare attività professionali o imprenditoriali per 6 mesi, ricevuto, a titolo personale, nell’ambito dell’indagine, cui la società è del tutto estranea, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia aquilana e svolta dai Carabinieri del capoluogo su fenomeni di caporalato nella ricostruzione post-terremoto 2009.

Il nuovo amministratore delegato della Taddei Spa è l’imprenditore romano Marco Di Paola, 49 anni, avvocato, amministratore unico della Compagnia progetti e costruzioni e già socio con la Taddei Spa in altri appalti e, tra l’altro, dal 2003 al 2006 presidente dei Giovani dell’Associazione costruttori (Ance) nazionale.

“L’azienda non è coinvolta in nessun modo nell’indagine e continua a lavorare in diverse commesse che gestisce: in Abruzzo, nell’ambito della ricostruzione post-terremoto 2009, in Italia e all’estero - commenta - Prendo il timone di un’impresa sana e solida. Il mio operato sarà volto a rafforzare l’organizzazione aziendale e le procedure di controllo, con l’obiettivo di mantenere e accrescere l’impresa che è un patrimonio del tessuto produttivo aquilano”.

Di Paola fa anche notare che “le eventuali responsabilità sono di tipo personale. Pur ribadendo l’estraneità assoluta della società ai fatti contestati - conclude - siamo fiduciosi nell’operato della magistratura e certi che tutto presto sarà chiarito”.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA: - Estendere il regime di agevolazione fiscale, dalla cedolare secca all'esenzione dall'imposta di bollo e registro, ai contratti di locazione a canone concordato a uso commerciale, imprenditoriale, artigianale e turistico nelle zone dell'Abruzzo, del Lazio, delle Marche e dell'Umbria comprese nel cratere sismico. E' quanto prevede un emendamento al decreto terremoto presentato in Senato da "Idea", primo firmatario Gaetano Quagliariello, al fine di calmierare l'aumento incontrollato dei canoni di affitto nei comuni colpiti dal sisma.

L'emendamento recepisce una risoluzione di analogo segno approvata dalla Commissione Agricoltura, Sviluppo economico e Attività produttive della Regione Abruzzo su iniziativa del consigliere di "Idea" Mauro Di Dalmazio perché "il difficile momento socio-economico che stanno vivendo i territori e le comunità colpiti dal sisma rischia di essere aggravato dall'aumento dei canoni di colazione con concreti e pesanti rischi".

"Il terremoto - afferma Quagliariello -, causando il crollo o l'inagibilità di numerosi edifici, ha determinato tra l'altro un consistente aumento della domanda immobili in affitto per attività commerciali e imprenditoriali e una drastica riduzione dell'offerta, con un conseguente incontrollato incremento dei costi di locazione che rischia di aggravare una situazione già critica e condurre alla desertificazione produttiva". Di qui l'emendamento, per agevolare fiscalmente i contratti di locazione a canone calmierato "e arginare questo fenomeno dagli effetti potenzialmente devastanti".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA: - "Riguardo alle affermazioni dell’amico Americo Di Benedetto sulla sanità regionale mi dichiaro in linea di principio d’accordo con le conclusioni, quando si afferma l’importanza del diritto alla salute di ogni cittadino e la necessaria centralità dell’ospedale dell’Aquila. Vanno sottolineate in più, rispetto a quanto dice Americo, anche le prospettive interregionali: basti pensare alla elevata mobilità attiva del nostro nosocomio, superiore al venti per cento (la più elevata di tutto l’Abruzzo), e alle ulteriori prospettive di consolidamento, crescita e utilità derivanti dalla vicinanza a Roma e in generale dalla posizione geografica strategica rispetto a tutta una ampia area geografica che ha sofferto negli ultimi mesi i duri colpi che sono arrivati dai terremoti e in generale dalle catastrofi naturali". Lo afferma Pierpaolo Pietrucci, consigliere regionale e candidato alle primarie del centrosinistra.

"Che la figura di un sindaco politico, forte, riconoscibile, che sappia interpretare, difendere e condurre queste esigenze e strategie su tutti i tavoli sia più importante di quella dei rappresentanti in Consiglio regionale - aggiunge Pietrucci - è dimostrato dallo stesso caso citato da Di Benedetto: l’ospedale di Avezzano infatti denuncia difficoltà anche se quel territorio è numericamente molto più rappresentato del nostro in Consiglio regionale. La programmazione sanitaria, lo dico con l’esperienza maturata in questi anni, si gioca nel dialogo e il confronto tra la Giunta regionale e i territori: da sindaco e componente del comitato ristretto sulla sanità si può incidere politicamente molto di più".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA: - Ripartire dal lavoro e dalla scuola dopo il terremoto: questo pomeriggio, con l’inaugurazione della nuova scuola elementare, Norcia ha ritrovato un altro importante punto di riferimento che era andato distrutto dal sisma.

Prima il nuovo negozio e ora un traguardo significativo, reso possibile grazie alle donazioni raccolte dal Gruppo Coop Centro Italia e da Unicoop Firenze che hanno sostenuto il progetto di costruzione della nuova scuola elementare per i bambini di Norcia, realizzato dalla Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus.

La nuova scuola elementare che sorge in Via dell’Ospedale, accanto al Pronto Soccorso, in una posizione centrale rispetto al territorio comunale, è stata inaugurata oggi, venerdì 31 marzo, alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni e della società civile.

Dopo l’esibizione della Banda di Norcia i bambini della scuola, i veri protagonisti di questa giornata di festa, hanno salutato tutti i presenti, con affetto e riconoscenza, cantando due brani.

“Di fronte agli eventi che hanno devastato le famiglie, le imprese e la vita di tutti noi - ha dichiarato Antonio Bomarsi, Vice Presidente di Coop Centro Italia - i cooperatori umbri e toscani, laziali e abruzzesi hanno sentito immediatamente l’esigenza di reagire per mantenere alta la volontà civica e imprenditoriale di queste terre così martoriate.

Coop Centro Italia e Unicoop Firenze hanno da subito iniziato la raccolta di fondi per realizzare questa scuola Elementare che darà dignitosa accoglienza agli oltre 200 bambini di Norcia.

Così come da subito abbiamo cercato di riaprire il nostro negozio: garantire il lavoro e l’educazione dei bambini è per noi motivo di orgoglio.

Il mutualismo e la solidarietà sopravvivono alle intemperie, alle divisioni e agli individualismi: sappiano i bambini che oggi prenderanno possesso della loro scuola che se donne e uomini di buona volontà cooperano fra di loro per il bene comune è possibile realizzare grandi progetti e grandi valori.”

“Dalle scuole si può ricominciare a vivere” - ha affermato Daniela Mori, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze - “Se non c’è scuola non c’è comunità. La raccolta fondi lanciata lo scorso agosto ha dato un risultato importante: grazie alla generosità di tanti soci e clienti e alla mobilitazione delle sezioni soci, oggi festeggiamo un nuovo taglio del nastro frutto di un grande lavoro di cooperazione”.

Ringraziamenti a Coop a nome della comunità di Norcia sono stati espressi dal Sindaco della città Nicola Alemanno.

Presenti all’inaugurazione anche Catiuscia Marini- Presidente della Regione Umbria, l’On. Marina Sereni - Vicepresidente della Camera dei Deputati, Vasco Errani - Commissario Straordinario alla ricostruzione, Rosella Tonti - Dirigente dell’Istituto scolastico De Gasperi-Battaglia, Mariavittoria Rava - Presidente della Fondazione Francesca Rava e l’Arcivescovo di Spoleto-Norcia Mons. Renato Boccardo.

Subito dopo il taglio del nastro da parte del Sindaco è stato possibile visitare la nuova Scuola Elementare: una struttura prefabbricata di 700 metri quadrati, con telaio in acciaio, che permetterà ai 225 bambini di Norcia di lasciarsi alle spalle il difficile periodo di transizione, quando condividevano insieme agli altri studenti un unico edificio scolastico.

La struttura, antisismica e dotata di impianti energetici di riscaldamento a ridotto impatto ambientale, è stata realizzata grazie ai 460.000€ raccolti dalle Cooperative di Consumo attraverso il Fondo di Solidarietà costituito subito dopo le prime scosse.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA: - Un concorso tra le migliori tesi di laurea in Italia sul tema della prevenzione sismica. È questa l’idea del Premio “AVUS 6 aprile 2009”, che vivrà la cerimonia di premiazione martedì 4 aprile 2017 alle ore 11.00 presso l’Aula Magna del GSSI – Gran Sasso Science Institute all’Aquila.

L’evento, inserito dal Comune dell’Aquila tra le iniziative di commemorazione per l’ottavo anniversario del sisma del 2009, si svolgerà alla presenza del Commissario Straordinario Ricostruzione Sisma 2016 Vasco Errani, del Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso e del Sindaco dell’Aquila Massimo Cialente.

Il premio, giunto quest’anno alla sua IV edizione, nasce nel 2014 con lo scopo di onorare la memoria degli studenti universitari vittime del terremoto dell’Aquila.

Furono 309 le vittime del sisma, 55 solo tra gli universitari, ricorda Sergio Bianchi Presidente dell’Associazione Vittime Universitarie Sisma 6 aprile 2009, ideatore dell’iniziativa. “Onorare la loro memoria significa innanzitutto valorizzare e mettere a frutto il patrimonio di conoscenza sulla prevenzione sismica prodotto da giovani laureati, per evitare che tragedie del genere possano ripetersi.

Dopo una collaborazione triennale con il Consiglio Nazionale dei Geologi, in questa edizione l’Associazione AVUS Vittime Universitarie Sisma 6 aprile 2009 è stata affiancata nell’organizzazione del premio dall’Università degli Studi dell’Aquila e dal Gran Sasso Science Institute. E per la prima volta il concorso si è aperto anche a contributi esterni all’ambito della geologia, per abbracciare ingegneria, economia e scienze sociali, come definito dal bando che recita: “Aspetti ingegneristici, sociali ed economici legati alla gestione del rischio sismico e alla resilienza delle popolazioni e dei territori”.

La composizione multidisciplinare della commissione giudicatrice – formata dal presidente Agreppino Valente (Presidente della Federazione Regionale degli Ordini degli Ingegneri d’Abruzzo), da Gianluca Ferrini (Professore di Geologia dell’Università degli Studi dell’Aquila) e da Alessandra Faggian (Professoressa di Economia del GSSI) – ha permesso di analizzare e valutare lavori di tesi provenienti da numerose università italiane e da diversi settori scientifici. Il verdetto finale vede vincitori ex aequo della IV edizione Marco Zanini, laureato in Ingegneria Civile presso l’Università degli Studi di Padova con una tesi dal titolo Valutazione della sicurezza sismica con metodi di primo livello: gli edifici in linea, e Vincenzo D’Oriano, laureato in Geologia e Territorio presso l’Università degli Studi di Bologna con una tesi dal titolo Sfide alla geologia: le opere di Miozzi e Calatrava a Venezia. Il primo premio, consistente in un assegno del valore di 3000 euro, sarà ripartito ex aequo tra i due vincitori.

Programma della cerimonia

Indirizzi di saluto da parte della Rettrice dell’Università degli Studi dell’Aquila Paola Inverardi e del Rettore del Gran Sasso Science Institute Eugenio Coccia

Interventi delle autorità politico-territoriali

Intervento del Commissario Straordinario Ricostruzione Sisma 2016 Vasco Errani

Quesiti indirizzati al Commissario Errani da studenti universitari di diverse aree coinvolte da eventi sismici (Amatrice, Camerino, L'Aquila, Perugia, Teramo). Modera il giornalista Rai Umberto Braccili

Intervento di Sergio Bianchi, Presidente dell'Associazione AVUS, sulla storia e le finalità del Premio AVUS

Proclamazione dei vincitori della IV edizione del Premio AVUS e lettura delle motivazioni

Presentazione dei rispettivi lavori di tesi da parte dei due vincitori

Pubblicato in Cronaca

TERAMO: - Germogli di Note è l’ultima iniziativa della Riccitelli, in collaborazione con I Solisti Aquilani, nata da una grande attenzione alla divulgazione, questa volta per un pubblico davvero speciale, i bambini da 0 a 3 anni.

La Riccitelli ha accolto e raccolto con entusiasmo il progetto di “Nati nelle Note”, l’associazione ideata da Lucia Giambotti e Umberto Giancarli che, insieme ad altri docenti dell’associazione, specializzati in educazione musicale per i bebè, daranno vita a due incontri che nulla hanno a che vedere con le tradizionali lezioni-concerto, in una atmosfera completamente non verbale, in modo da catturare l’attenzione dei giovanissimi fruitori esclusivamente sugli strumenti e sulle voci cantate. Gli incontri avverranno nella mattina di sabato 1 aprile nei nidi “Pinocchio” e “Il gatto con gli stivali”.

I violinisti Marino Capulli e Vanessa Di Cintio, musicisti de I Solisti Aquilani, proporranno un ascolto da repertorio tradizionale e non di musica per bambini. E’ questa la vera novità dell’iniziativa, “non una proposta di musica semplificata o banalizzata ma un ascolto, adeguatamente commisurato, perché si sviluppi al meglio quello che viene definito “audiation”, cioè il “pensare musicalmente”. E’ infatti scientificamente provato che l’attitudine musicale umana è massima dal momento della nascita ai primi tre anni di vita, prima cioè che l’attitudine verbale prenda il sopravvento. Ecco perché esporre i bebè prima possibile alla musica dal vivo, che induce il cervello umano a una reazione quintuplicata rispetto alla musica registrata”, hanno dichiarato Ciambotti e Giancarli.

Una occasione nuova, diversa, inconsueta di proposta musicale, alla quale la Riccitelli ha aderito immediatamente, aggiungendo un nuovo tassello al suo percorso di attenzione alla crescita e all’avvicinamento alla musica e all’arte dei giovani e dei giovanissimi…e più giovani di così davvero non è possibile!

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L’AQUILA: - Il RomaBarocca Ensemble propone, nell’ambito della stagione della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, un appuntamento dedicato principalmente all’ascolto di brani del repertorio barocco che riguardano la tromba naturale, ovvero uno strumento originale senza pistoni. L’ensemble si esibisce Domenica 2 aprile alle ore 18 presso l’Auditorium del Parco con la seguente formazione: Alessandra Borin soprano, Domenico Agostini tromba naturale, Matteo Scarpelli violoncello e Lorenzo Tozzi clavicembalo.

Proprio Lorenzo Tozzi, nella sua professione di musicologo e critico oltre che musicista, ha fondato nel 1994 il RomaBarocca Ensemble, per la riscoperta del vasto repertorio musicale italiano centro-meridionale e soprattutto romano del Sei-Settecento in esecuzione filologica. Vengono regolarmente eseguite con successo in Italia e all’estero, con strumenti originali o copie, musiche inedite e rare, strumentali e vocali, sacre e profane, del barocco italiano, oratori, cantate, melodrammi ed intermezzi comici anche in forma scenica.

Si suoni la tromba” questa è la sintesi del programma presentato dove si pone lo strumento della tromba a confronto con la voce, dove il tema prevalente è il rapporto Guerra/Amore. Insomma, un programma che, con autori come Mouret, Vivaldi, Scarlatti, Tartini e Melani, si sviluppa tra Napoli e Venezia (con un occhio a Parigi) e restituisce intatto il gusto del grande barocco italiano del primo Settecento.

Pubblicato in Musica e Spettacolo
Pagina 1 di 75

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us